Radio in Irpinia 1977-1990

RADIO_LIBERE

HOME

MENU

Roberto Vetrone ci manda una dettagliata descrizione con testimonianze fotografiche delle radio libere attive in Irpinia dall'anno successivo alla liberalizzazione del 1976. (Radio Altavilla Libera, Radio Studio SEI, Radio Fiamma, Radio Centro Altavilla)

Altre testimonianze sulle radio libere: Radio Capodistria / Radio Montecarlo / Radio Elle / Radio Luna / Radio Riviera Brenta / Radio Kiss Kiss Napoli / TRS The Radio Station / Radio Dieci Antenna Democratica / Radio Sapri / Radio Napoli City / Radio Onda 102

Radio Altavilla Libera – Cooperativa Tre Colli
Fondata a maggio del 1977, comincia le trasmissioni il 17 agosto 1977 con frequenza in FM 101,800 Mhz. Soci fondatori: Mario Villani, Pietro Rosato, Bernardo Greco, Fortunato Galasso, Carmine Greco, Nicola Vanni, Umberto Bruno, Alberico Vassallo, Raffaele Tatone, Carmine Vardaro, Erminio Lonardo. Sede in Via E. Di Noia.
Speaker: Felice Severino, Pietro Rosato, Luisa Camerlengo, Michele Risola, Mario Villani, Bernardo Greco, Carmine Greco, Alberico Vassallo, Salvatore Severino, Cosimo Fogliese, Anna Maria Marino (voce per le pubblicità).
Programmi cult: Insieme con…Luisa Camerlengo; Musica Napoletana con dediche di Bernardino Greco e Michele Risola; Musica italiana ed internazionale con Felice Severino; Liscio Folk e Portobello con Pietro Rosato; programma di Intrattenimento con Mario Villani. Dopo circa un anno, gran parte dei soci fondatori, decidono di lasciare la struttura per fondare Radio Studio S.E.I.

 

Testimonianze fotografiche dell'attività di Radio Centro Altavilla

Con Ivan Cattaneo, da sinistra:
Giuseppe Vetrone, Rina Egidio,
Ivan Cattaneo, Pino Severino
(1986)
Con Riccardo Cocciante, da sinistra:
Gennaro Palladino, Riccardo Cocciante,
Roberto Vetrone, Pino Severino 
(1987)
Pupo con il tecnico Pino Severino
(1987)
 

Radio Studio S.e.I. (Radio Sannio ed Irpinia)
Con frequenza in FM 98,600 Mhz, fondata a marzo del 1978 (chiude nel 1986). La sede è dapprima in Via Capone 88 e poi al Corso Garibaldi 62 – 64.

Fondatori: Mario Villani, Roberto Romano (presidente), Bernardo Greco, Pietro Rosato, Rino Galasso, Giuseppe Vetrone, Fortunato Galasso, Raffaele Tatone, Carmine Vardaro, Erminio Lonardo. Quando la radio si sposterà al Corso Garibaldi, diventerà presidente la sig.ra Speranza Grossi (poetessa altavillese).
Speaker: Pietro Rosato, Giuseppe Vetrone, Roberto Vetrone, Rino e Giampiero Galasso, Luisa Camerlengo, Michele Risola, Antonio Di Troia, Pio Severino, Secondo (papà) ed Olga Sangianantoni (figlia), Fortunato Galasso, Sabino Giordano, Giuseppe (detto Peppe) Rossi, Antonio ed Angelo Iennaco, Pellegrino Egidio, Francesco (detto Ciccio) Caruso, Pasqualino De Vita, Aurora Rossi, Antonio Saccone, Pino Severino, Alberico, Gerry e Pasquale Vassallo, Mimmo e Franco Cavaliere, Orlando De Francesco, la compianta Annadele Severino, Alberto Severino, Enzo Donisi. Collaboratori: Bruno Maselli, Silvestro Bosco, Patrizia Maselli, Bernarda Greco, Antonio Caprioli, Paola Saccone, Patrizia Tomasone, Egeria De Angelis, Rina Egidio, Gennaro Palladino, Franco Cavaliere, Marcello Severino, Pasquale Ottaiano De Francesco, Maurizio Viscione, Antonio Romano, Maurizio Camerlengo, Antonio Spagnuolo, Lucio Conte, Mario De Francesco (u’ figl’ e’ Bruno), Carmine Marciano, Pasqualina Di Troia. La pattuglia dei collaboratori e disc jockey era composta anche da giovani provenienti da altri comuni: Alessio Tropeano e Lino Guerriero di Grottolella, Antonio De Vito da Tufo, Antonio Capozzi detto Tonys Cuker di Petruro Irpino, Sonia e Genny D’Antonio da Ciardelli – Pietrastornina e solo d’estate la voce “dolby” di Lorella Rossi da Chiasso (Svizzera Italiana).

Tecnici: Federico Musco, all’epoca (anni ’80) dirigente dell’Indesit in Sicilia e che fornì il famoso ripetitore di 650 w “CESP”. L’emittente grazie ad un accordo fatto con il parroco di Capriglia Irpina, don Sabino, che aveva permesso di installare l’apparecchiatura radiofonica sul campanile della Chiesa Madre, poteva irradiare la musica fino alla lontana provincia di Salerno attraverso quella Irpina su un versante, e sull’altro con un ripetitore installato nella campagna di Torrioni Irpino, arrivare attraverso il Sannio nella Valle Caudina e parte della provincia di Caserta e del molisano. Programmi cult: Musica Napoletana con Michele Risola, Antonio Di Troia, Mario Tuccia; Musica leggera e folk con Luisa Camerlengo, Italianissimo con Giuseppe e Roberto Vetrone, Calzette rosse, programma di ‘nciuci altavillesi con Mario Villani, Pietro Rosato, Bernardo Greco e Alberico Vassallo; Radiogiornale GR6, informazione locale con Antonio Iennaco, Giuseppe e Roberto Vetrone; programma trash di intrattenimento dal titolo Dino De and Asta Brothers, parodia al mitico gruppo delle Sorelle Bandiera. La trasmissione era condotta da Bernardino De Vita, Mario Villani, Luigi (detto Gigino) Tartaglia, Claudio Squittieri ed interventi musicali con Mimmo Cavaliere, Dino De, Giuseppe (detto Peppe) Vetrone ed il cantastorie Mimmo Lello Nazionale di Furno (Pietrastornina - Ciardelli); Domenica Sportiva con dirette radiofoniche dell’U.S. Avellino Calcio in studio Pietro Rosato e sui campi di gioco di tutta Italia il giornalista sportivo Gianni Porcelli di Atripalda; The Rock Magazine con Roberto Vetrone, Pino Severino e Antonio Saccone; Musica commerciale con Rino Galasso; Disco Music con Giuseppe (detto Peppe) Rossi e Pellegrino Egidio; programma di Quiz e Cultura, sfida tra le classi della Scuola Media locale, ideato da Roberto Vetrone e condotto da Mario Villani, Giuseppe Vetrone ed Alberico Vassallo.

Radio Fiamma
Frequenze, dapprima in FM 106,00 Mhz (quando le trasmissioni iniziano con la sede nei pressi di Madonna del Carmine, zona containers del post terremoto) e poi al posto dello spazio lasciato da Radio Altavilla Libera FM 101,800 Mhz.
Radio Fiamma (fine anni ‘80) con sede definitiva al Corso Garibaldi civico 12 - radio politica legata alla destra italiana con: Federico Musco, Umberto Marino, Giuseppe Spiniello, Roberto Vetrone, Bernardo Greco, Mario Villani, Vincenzo Cavaliere (padre) ed il figlio Carmelo.
Programmi cult: Musica napoletana con Fiore Cerchione e Immacolata Cavaliere, programma di Politica locale e provinciale con Federico Musco, Mario Villani; Musica leggera italiana ed internazionale con Umberto Marino e Roberto Vetrone.

Radio Centro Altavilla
Inizia le trasmissioni il 16 febbraio 1986 (chiude a dicembre del 1990). Frequenze in FM 97,00 Mhz, 93.700 e poi 101.1. La sede era in Via E. Di Noia e fondatori: Giuseppe Vetrone, Pino Severino, Antonio Saccone e Franco Cavaliere.
Speaker e collaboratori: Pino Severino, Giuseppe e Roberto Vetrone, Antonio Saccone, Angelo ed Antonio Iennaco, Gennaro Palladino, Pietro Pasquale, Umberto Marino. La radio altavillese aderì ad un circuito nazionale e tra le voci più note ricordiamo: Piero Chiambretti con il programma Testa di figaro, Maurizio Eynard e Gabriella Giordano.
Programmi cult: Acapulco prima spiaggia a sinistra condotto da Giuseppe Vetrone. Programma satirico in diretta dai bar del Corso con ospiti di cultura, musica, cabaret con artisti locali tra cui l’immancabile Ghery Show con Gherardo Crescitelli; Dirette radiofoniche del consiglio comunale con Giuseppe Vetrone; programma Kitsch e irriverente (umorismo, satira locale) con Bernardino De Vita (detto Dino De), Claudio Camerlengo, Sergio Tartaglia, Franco Cavaliere, Giuseppe Vetrone, Pellegrino e Bernardo Bruno (i Garibald’); Interviste a personaggi della musica e della cultura italiana con Roberto Vetrone e Pino Severino; Dirette sportive ed interviste ad atleti locali di Giuseppe Vetrone; Music show di Pino Severino.

 

Altre pagine sulle radio libere ð

Radio pirata e radio libere / Radio Caroline / Le radio nel 1976 / Le prime radio libere / La diffusione della musica

 

© Musica & Memoria Novembre 2013 - Testo di Roberto Vetrone non riproducibile senza autorizzazione (vedi licenza Creative Commons)

CONTATTO

MENU

HOME


Creative Commons License
Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons.