Rolling Stones - Wild Horses (1971)

HOME

MENU

   

Childhood living is easy to do
The things you wanted I bought them for you
Graceless lady you know who I am
You know I can't let you slide through my hands

L'infanzia è facile da vivere
Le cose che ti servono qualcuno te le compra
Signora sgraziata tu sai chi sono
Tu sai che non posso lasciarti sfuggire dalle mani

Wild horses couldn't drag me away
Wild, wild horses couldn't drag me away

(Neanche) cavalli selvaggi potrebbero trascinarmi via
Cavalli selvaggi non riuscirebbero a trascinarmi via

I watched you suffer a dull aching pain
Now you've decided to show me the same
No sweeping exit or offstage lines
Could make me feel bitter or treat you unkind

Ti ho vista soffrire di un dolore sordo e insistente
Ora hai deciso di farmi provare la stessa cosa
Nessuna rapida via di fuga o uscita di scena
Potrebbe amareggiarmi o far sì che ti trattassi male

Wild horses couldn't drag me away
Wild, wild horses couldn't drag me away

(Neanche) cavalli selvaggi potrebbero trascinarmi via
Cavalli selvaggi non riuscirebbero a trascinarmi via

I know I've dreamed you a sin and a lie
I have my freedom but I don't have much time
Faith has been broken tears must be cried
Let's do some living after we die

So di averti sognato come (si sogna) un peccato o una menzogna / Ho la mia libertà, ma non ho molto tempo
La fede è perduta, le lacrime vanno piante
Dai, viviamo un po' dopo che (saremo) morti

Wild horses couldn't drag me away
Wild, wild horses we'll ride them some day
Wild horses couldn't drag me away
Wild, wild horses we'll ride them some day

(Neanche) cavalli selvaggi potrebbero trascinarmi via
Cavalli selvaggi non riuscirebbero a trascinarmi via
Cavalli selvaggi non riuscirebbero a trascinarmi via
Cavalli selvaggi, un giorno (riusciremo) a cavalcarvi

   

Ads by Google

Note

 

Ovviamente, come per molte altre canzoni degli Stones a cavallo dei '60 e '70 e in particolare per quelle di questo album, la sgraziata signora da cui nessuna forza potrà strappare il protagonista, per molti non può che essere la droga.

Ma invece può essere anche un amore contrastato, un amore che fa male ma da cui non ci si può staccare, ma che non si perde la speranza di poter domare, prima o poi. Come pare sia stata l'ispirazione vera per Jagger (anche se la canzone era stata abbozzata da Keith Richards): Marianne Faithfull che, uscita da un coma per eccesso di stupefacenti (probabilmente l'esperienza da lei vissuta e narrata nella sua canzone Sister Morphine, poi inclusa in questo stesso album), pronuncia proprio questa frase di amore invincibile. Come sempre, nell'ambiguità dei significati sta la forza delle migliori canzoni.

Anche musicalmente gli Stones erano al loro top, grazie all'apporto del valente chitarrista Mick Taylor alla lead guitar (qui alla chitarra acustica) e di Ian "Stu" Stewart, il 6° Stones, al piano e alla supervisione della produzione.

Parole e Musica: Mick Jagger e Keith Richards - Pubblicato sull'album Sticky Fingers (23 aprile 1971).

Vedi anche: Le traduzioni complete di tutto l'album Sticky Fingers e degli altri album del periodo Mick Taylor (Exile On Main Street, Goats Head Soup, It's Only Rock and Roll)

 

Contenuti Corrispondenti

© Traduzione Musica & Memoria Ottobre 2014 / Riproduzione del testo originale per soli scopi di ricerca e critica musicale (vedi Disclaimer) / Copia per usi commerciali non consentita

CONTATTO

HOME