Califfi - Sotto casa tua (1966)

MENU

HOME

 

Quando guarderai in giù
dalla casa dove sai tu
sempre me vedrai
e cosi capirai
che amo te, amo te

Sono sempre giù di li
ed aspetto che sia tu
per seguirti un po'
e con gli occhi dir
che amo te, amo te

Vivere così non è possibile
se non vuoi capire che cerco te

Sto a casa solo un po'
poi esco e vengo da te
sotto la finestra dove tu mi guardi
senza amor, senza amor

Vivere così non è possibile
se non vuoi capire che cerco te

Sto a casa solo un po'
poi esco e vengo da te
sotto la finestra dove tu mi guardi
senza amor, senza amor

 

Ads by Google

Note

 

Versione italiana per un successo inglese (Over You) di Freddie & The Dreamers, il gruppo più pop che beat di Freddie Garrity che ha portato in classifica UK diverse canzoni di successo tra il 1963 e il 1965. In questo caso il testo italiano (di Franco Boldrini dei Califfi) è simile all'originale, anche qui c'è un ragazzo innamorato e una donna che non lo pensa proprio. Solo che l'innamorato italiano è anche assillante, tutti i giorni e tutto il giorno sotto la sua finestra. Probabilmente fino a quando lei si farò un fidanzato e ci penserà lui. La interpretazione dei Califfi non sfigura a confronto con quella del gruppo britannico, piuttosto incolore. Per altre informazioni sui Califfi (qui al loro primo singolo, ancora come 4 Califfi) vedi anche la sezione sui Complessi beat e la Discografia dei Califfi. La canzone era il lato B della notevole versione italiano del brano hard rock in anticipo sui tempi dei Kinks, You Really Got Me, in italiano Ti giuro è così.

Vedi anche: Il fenomeno delle cover / Cover “adulterate” /  I complessi beat /  Le copertine / Le canzoni di protesta / I testi

  

Musica & Memoria Luglio 2016 / Testo italiano di Franco Boldrini riprodotto per soli scopi di ricerca e critica musicale (vedi Disclaimer) / Copia per usi commerciali non consentita

HOME