Rokes - La mia città (1965)

COPERTINE

INDICE

HOME

 

 La discografia dei Rokes / I complessi beat / Le cover / Le canzoni di protesta

 

Testo

   

Cento strade sono il cuore della mia città
un cuore grande che batte e batte e non si ferma mai
ma la città non è più quella
non è più bella, per me, per me.

Io sto bene solo dove si nasconde
il vecchio cuore della mia città.
Tanta gente vive e muore nella mia città
ogni momento c'è chi vince e c'è chi perderà
vedo gli altri che son soli e contro tutti: perché? Perché?

Io sto bene solo insieme a chi cerca un po' di bene nella mia città.
Prima o dopo me ne andrò
perché qui non posso più resistere,
prima o dopo troverò un altro cielo solo mio più limpido.

Cento strade ed un cuore che non batte più
tanta gente che non sa perché vuol vivere
e la città non è più quella,
non è più bella, per me, per me.

Io sto bene solo dove sta morendo
il vecchio cuore della mia città.
Io sto bene solo dove sta morendo
il vecchio cuore della mia città,
della mia città.

   

Note

   

Il retro del primo successo italiano dei Rokes, che iniziavano con questo nuovo nome la loro fortunata carriera nel nostro paese, era un brano originale composto dal leader dei Rokes Shel Shapiro assieme al paroliere Sergio Bardotti. Un brano in puro stile beat, molto valido sia musicalmente sia come testo.

   

© Note Musica & Memoria 2008 / Testo originale di S. Bardotti riprodotto per soli scopi di ricerca e critica musicale (vedi Disclaimer) / Copia per usi commerciali non consentita

CONTATTO

DISCLAIMER

HOME
ENGLISH