The Shangri-Las - Monografia

MENU

HOME

 

Chi sono le Shangri-Las. / Musica e immagine / Vita vissuta / Il successo / I testi / Leader Of The Pack / Remember (Walkin' In The Sand) / I Can Never Go Home Anymore / Discografia minima / Le Shangri-Las su YouTube / E il nome? / Note

Le altre monografie: Paul Robeson / Billy Eckstine / Earl Coleman / Herb Jeffries / Sarah Vaughan / Johnny Hartman / Russ Columbo / Sammy Davis Jr. / Marlene Dietrich / Nancy Sinatra

Chi sono le Shangri-Las

 

Immagine promo per The Leader Of The Pack, 1964, usata in alcune copertine. Mary Weiss sulla destra più le due gemelle.I pop girl groups degli anni '60, fenomeno USA e in parte anche inglese, erano decine, composti da trii o quartetti vocali di ragazze sia bianche sia nere, di molti rimangono solo 1-2 brani, a volte gradevoli, nelle antologie, altri hanno lasciato maggiormente il segno, ma le Shangri-Las emergono tra tutti (o tra tutte) per la particolarità della loro produzione, la fama rimasta nel tempo nonostante varie vicissitudini, la loro storia.

Il gruppo era formato da due coppie di sorelle provenienti dallo stato di New York, le brune Marge e Mary Ann Ganser (che erano anche gemelle) e le bionde Betty e Mary Weiss (la voce solista e la più celebre del gruppo, molto popolare in USA). L'attività professionale era iniziata quando erano giovanissime, 17 anni per le due gemelle e per Mary, 15 anni per la sorella minore Betty. L'anno era il 1963, e pubblicavano il loro primo singolo, Simon Says per la Spokane Records, un brano nel quale peraltro la voce solista era proprio Betty Weiss.
Ma erano un quartetto o un trio? In effetti in molte foto, anche nelle copertine dei dischi, compaiono spesso in tre. Il fatto è che non sempre Betty ha partecipato alle esecuzioni o incisioni del gruppo, e alternativamente anche le due gemelle non sono state presenti per brevi periodi.

Già nell'anno successivo i primi successi, Leader Of The Pack, Remember, Give Him A Great Big Kiss.

 

Musica e immagine

 

Dal punto di vista musicale le Shangri-La sin dal loro primo hit (Remember, del 1964) sono state prese sotto l'ala protettrice e l'influenza di un curioso produttore, George "Shadow" Morton, appassionato di accompagnamenti classicheggianti al piano, cori a cappella come sottofondo, rumori di scena, intermezzi parlati, una tecnica usata quasi in tutti i brani, e soprattutto canzoni di impianto drammatico.

Esempio tipico la celebre Leader of the Pack, loro grande successo nel 1965 (n.1 in USA), storia di un ragazzo che muore in un incidente di moto, con tanto di rumore dello scarico della moto che apre e chiude il pezzo; dello stesso stile i successivi hit I Can Never Go Home Anymore, Give Us Your Blessings, ancora su un adolescente che muore, Dressed In Black e la quasi sperimentale Past, Present & Future, tutta eseguita in parlato con accompagnamento musicale.

Dal punto di vista dell'immagine, a parte i primi anni nei quali il look era simile a quello degli altri girl groups, quindi obbligato e morigerato, con la metà del decennio è virato decisamente verso qualcosa di più incisivo e peculiare, ispirato ai film di fantascienza o di spionaggio alla James Bond, tutine aderenti e multicolori e altre garbate bizzarrie che la ottima forma fisica delle quattro ragazze valorizzavano al meglio. E il tutto era completato da un'ottima sincronizzazione dei movimenti nelle esecuzioni dove ballavano e danzavano a tempo secondo il classico modello di queste band.

Nell'insieme l'effetto era vagamente spiazzante per gli spettatori ed ascoltatori dell'epoca, e un po' anche adesso, volti puliti e fisici sportivi da perfette ragazze americane anni '60, ma testi delle canzoni e look aggressivo smentivano subito l'impressione iniziale.

 

Vita vissuta

 

La vita privata delle quattro ha ulteriormente aiutato a costruire il mito di gruppo diverso dagli altri. Meno morigerate e più intraprendenti di altre, forse perché, come dice Wikipedia, venivano dal Queens (o forse non c'entra nulla), cronache non ufficiali e non confermate parlano di fughe e sparizioni prima dei concerti, con necessità di ricorso a controfigure, possesso non consentito di armi da fuoco e qualche dose di troppo, per l'epoca, di libertà personale.

Che sia vero oppure no, era diventato parte della loro immagine, che passava quindi gradatamente da classico gruppo di ragazzine a "bad girls" aumentando anche l'interesse per loro e la loro popolarità. Una immagine coltivata anche abilmente dai manager del gruppo nelle foto delle copertine di album e singoli o negli articoli, che le identificava con le protagoniste delle loro canzoni, "tough girls with broken hearts" (ragazze toste, o testarde, con il cuore in frantumi) e che le portava gradatamente ma definitivamente fuori dai gruppi analoghi, più rock in un certo senso, e anche diverse da gruppi come le Ronettes che interpretavano più la parte di ragazze nere scatenate e spregiudicate.

Peculiare anche la vita delle quattro dopo la uscita di scena con il nuovo decennio (destino comune a molti altri gruppi, ma nel loro caso dovuto più a motivi contingenti di ordine musicale, più che a obsolescenza della musica prodotta). A parte Mary Ann, purtroppo scomparsa molto giovane nel '70, a 22 anni, le altre tre hanno abbandonato velocemente e radicalmente il mondo della musica, lavorando nel settore privato nel caso delle sorelle Weiss, Mary nel settore dei mobili per ufficio, dove ha raggiunto ruoli manageriali (da notare che aveva peraltro iniziato questa sua nuova vita quando aveva comunque poco più di 20 anni), Betty nella industria cosmetica. L'altra gemella Marge, l'unica che non aveva mai eseguito brani come lead singer (Mary Ann lo era stata in alcuni brani più tendenti al R&B) ma secondo alcune notizie leader del gruppo per le scelte musicali, dopo essersi sposata ha invece lavorato per una società telefonica.

Vite normali per tre donne che nella loro adolescenza erano state uno dei miti per i loro coetanei.

 

Il successo

 

A parte alcuni gruppi black più attivi sul versante R&B come le Shirelles o le Ronettes, le Shangri-Las sono diventate quindi in USA, e anche in UK, uno dei gruppi più popolari se non il più popolare nel loro genere, come testimoniano i molti singoli nelle top-10, i numeri uno, i milioni di dischi venduti, i tour assieme ad artisti di prima grandezza come Beatles, Drifters, James Brown, e anche le molte cover dei loro successi, quasi sconosciuti in Italia, ma ampiamente ricordati in America e in Inghilterra, tanto da essere ripresi negli anni dai Blondie, da Agneta degli ABBA, dagli Aerosmith, dai Belle & Sebastian e altri. Ricordate anche molto in UK, sono citate da Nick Hornby nel suo libro High Fidelity.

Indizio ancora maggiore della loro popolarità tra gli adolescenti il loro ruolo di testimonial per una delle principali industrie cosmetiche, la Revlon, i commercial registrati da Mary Weiss con le altra Shangri-Las si possono ancora sentire e sono inclusi in alcuni dei loro album retrospettivi.

L'eclissi della loro popolarità era in qualche modo prevedibile, non molti gruppi degli anni '60 sono poi riusciti agevolmente a traghettare nel nuovo decennio, quando le aspettative, il livello della produzione e l'arrivo di nuovi talenti era ancora più concorrenziale. Nel loro caso però ha contribuito fortemente anche il "divorzio" professionale con il loro produttore storico George Morton, che si stava dedicando a musicisti più allineati ai tempi e più "musicisti" come Janis Ian e i Vanilla Fudge, e il passaggio ad un'altra etichetta, la Mercury Records, che non puntava particolarmente su di loro.

 

I testi

 

Visto che sono stati citati, ecco nel seguito alcuni esempi dei testi melodrammatici che Mary Weiss interpretava con il controcanto delle altre Shangri-Las.

 

Leader Of The Pack (1964)

   

Is she really going out with him?
Well, there she is. Let's ask her.

Betty, is that Jimmy's ring you're wearing?
Mm-hmm
Gee, it must be great riding with him
Is he picking you up after school today?

Uh-uh
By the way, where'd you meet him?

Sta veramente per uscire con lui?
Bene, eccola. Chiediamoglielo.
Betty, è l'anello di Jimmy che stai indossando?

Mm-hmm
Deve essere forte andare in moto con lui
Ti verrà a prendere dopo la scuola oggi?

Uh-uh
A proposito, dove l'hai incontrato?

I met him at the candy store
He turned around and smiled at me
You get the picture? (yes, we see)
That's when I fell for (the leader of the pack)

L'ho incontrato al negozio di dolciumi
Si è voltato e mi ha sorriso
Vi immaginate la scena? (sì, la vediamo)
E' per questo che sono caduta (tra le braccia) (del leader del gruppo)

My folks were always putting him down (down, down)
They said he came from the wrong side of town
(whatcha mean when ya say that he came from the wrong side of town?)
They told me he was bad
But I knew he was sad
That's why I fell for (the leader of the pack)

I miei genitori volevano sempre sminuirlo
Hanno detto che veniva dalla parte sbagliata della città
(Cosa intendiamo quando diciamo che è venuto dalla parte sbagliata della città?)
Mi hanno detto che era un cattivo ragazzo
Ma sapevo che era triste
Ecco perché sono caduta tra le braccia (del leader del gruppo)

One day my dad said, "Find someone new"
I had to tell my Jimmy we're through
(whatcha mean when ya say that ya better go find somebody new?)
He stood there and asked me why
But all I could do was cry
I'm sorry I hurt you (the leader of the pack)

Un giorno mio padre disse: "Trovati qualcun altro"
Ho dovuto dire al mio Jimmy che era finita
(Cosa intendi quando dice che è meglio che ti cerchi qualcun altro?)
Se ne stava lì e mi ha chiesto perché
Ma tutto quello che potevo fare era piangere
Mi dispiace di farti del male (leader del gruppo)

He sort of smiled and kissed me goodbye
The tears were beginning to show
As he drove away on that rainy night
I begged him to go slow
But whether he heard, I'll never know

Look out! Look out! Look out! Look out!
 

Ha fatto una specie di sorriso e mi ha dato un bacio di addio
Le lacrime stavano cominciando a uscire
Mentre si allontanava in quella notte di pioggia
Lo pregai di andare piano
Ma se mi ha sentito, non lo saprò mai
Attento! Attento! Attento! Attento!

I felt so helpless, what could I do?
Remembering all the things we'd been through
In school they all stop and stare
I can't hide the tears, but I don't care
I'll never forget him (the leader of the pack)
The leader of the pack - now he's gone
The leader of the pack - now he's gone

Mi sentivo così impotente, cosa potevo fare?
Ricordando tutte le cose che abbiamo passato
A scuola tutti si fermano e mi fissano
Non posso nascondere le lacrime, ma non mi interessa
Non potrò mai dimenticarlo (il leader del gruppo)
Il leader del gruppo - ora se n'è andato
Il leader del gruppo - ora se n'è andato

 

 

Praticamente la stessa trama, a parte il finale drammatico, del noto libro (e film) di Moccia "Tre metri sopra al cielo". Le parti parlate sono in corsivo, il controcanto del gruppo alla solista (Mary Weiss) è tra parentesi. Il brano, veramente d'impatto nel suo genere, si può ascoltare facilmente in parecchie versioni su YouTube.

 

Remember (Walkin' In The Sand) (1964)

   

Seems like the other day
My baby went away
He went away 'cross the sea
It's been two years or so
Since I saw my baby go
And then this letter came for me
It said that we were through
He found somebody new
Oh, let me think, let me think, what can I do?

Oh no, oh no, oh no no no no no
(Remember) walkin' in the sand
(Remember) walkin' hand in hand
(Remember) the night was so exciting
(Remember) smile was so inviting
(Remember) then he touched my cheek
(Remember) with his fingertips
Softly, softly we'd meet with our lips

Whatever happened to
The boy that I once knew?
The boy who said he'd be true
Oh, what will happen to
The life I gave to you?
What will I do with it now?

(Remember) walkin' in the sand
(Remember) walkin' hand in hand
(Remember) the night was so exciting
(Remember) smile was so inviting
(Remember) then he touched my cheek
(Remember) with his fingertips
Softly, softly we'd meet with our lips
(Remember)

Sembra sia l'altro giorno
Che il mio ragazzo è andato via
E' andato via attraversando il mare
Sono passati due anni o giù di lì
Da quando ho visto il mio ragazzo andare via
E poi è arrivata questa lettera per me
Ha detto che ci dovevamo lasciare
Ha trovato una nuova ragazza
Oh, fammi pensare, fammi pensare, cosa posso fare?

Oh no, oh no, oh no no no no no
(Ricorda) camminare sulla sabbia
(Ricorda) camminare mano nella mano
(Ricorda) la notte era così eccitante
(Ricorda) il suo sorriso era così invitante
(Ricorda) mi ha sfiorato la guancia
(Ricorda) con le sue dita
Dolcemente, dolcemente, le nostre labbra si sono incontrate

Cosa mai è accaduto
al ragazzo che conoscevo una volta?
Il ragazzo che diceva che sarebbe stato (tutto) vero.
Oh, cosa accadrà
della vita che volevo darti?
Cosa ne farò ora?

(Ricorda) camminare sulla sabbia
(Ricorda) camminare mano nella mano
(Ricorda) la notte era così eccitante
(Ricorda) il suo sorriso era così invitante
(Ricorda) mi ha sfiorato la guancia
(Ricorda) con le sue dita
Dolcemente, dolcemente, le nostre labbra si sono incontrate
(Ricorda)

   

Altra canzone in forma di dialogo, e anche in questo caso arricchita nell'arrangiamento dai suoni del mare, dei gabbiani e così via.

 

I Can Never Go Home Anymore (1965)

   

I'm gonna hide if she don't leave me alone
I'm gonna run away
Don't!!
'cause you can never go home anymore

Mi nasconderò se lei non mi lascia in pace
Sto per scappare via
No!
perche tu non potrai mai più tornare a casa

Listen. Does this sound familiar? You wake up every morning, go to school every day, spend your nights on the corner, just passing the time away.
Your life is so lonely like a child without a toy. Then a miracle - a boy.
And that's called "glad."
Now my mom is a good mom and she loves me with all her heart.
But she said I was too young to be in love and the boy and I would have to part.
And no matter how I ranted and raved, I screamed, I pleaded, I cried-she told me it was not really love but only my girlish pride.
And that's called "bad."

Ascolta. Questo vi suona familiare? Ti svegli ogni mattina, andare a scuola ogni giorno, trascorri le tue serate in un angolo soltanto per far passare il tempo.
La tua vita è così solitaria che è come (quella) di un bambino senza un giocattolo. Poi un miracolo: un ragazzo. E questa (situazione) è chiamata "felice".
Ora, la mia mamma è una buona madre e lei mi ama con tutto il cuore.
Ma lei ha detto che ero troppo giovane per essere innamorata e il ragazzo, avrei dovuto lasciarlo.
E non importa quanto feci fuoco e fiamme, ho urlato, ho supplicato, ho pianto, lei mi ha detto che non era vero amore, ma solo il mio orgoglio femminile di ragazza. E tutto ciò è chiamato (una cosa) "cattiva".

(I can never go home anymore)

(Non potrò tornare a casa mai più)

Now if that's happened to you, don't let this. I packed my clothes and
left home that night. Though she begged me to stay, I was sure I was right. And you know something funny? I forgot that boy right away. Instead I remember being tucked in bed and hearing my mama say
(Hush, little baby, don't you cry)
(Mama won't go away)
Mama!!!
(And you can never go home anymore)
Mama!!!
I can never go home anymore

Ora, se è quello che è successo (anche) a te, non lasciare che (accada). Ho raccolto i miei vestiti e ho lasciato la casa quella notte. Anche se lei mi pregava di rimanere, ero sicura che avevo ragione. E sapete una cosa divertente? Ho dimenticato quel ragazzo subito. Invece mi ricordo quando ero a letto con le lenzuola rimboccate e sentivo la mia mamma che diceva:
(silenzio, piccola, non piangere)
(La mamma non se ne andrà)
Mamma!
(Non potrai tornare a casa mai più)
Mamma!
Non potrò tornare a casa mai più

Do you ever get that feeling and wanna kiss and hug her? Do it now-
tell her you love her. Don't do to your mom what I did to mine. She grew so lonely in the end. Angels picked her for a friend.

(Never)
And I can never go home (never) anymore
And that's called "sad."

Ti capita mai di avere questo sensazione e la voglia di baciarla e abbracciarla? Fallo ora, dille che l'ami. Non fare a tua madre quello che ho fatto alla mia. E' invecchiata così sola alla fine. Gli angeli l'hanno presa come amica.
(Mai)
E non potrò tornare a casa (mai) più, mai più
Ed è ciò che è chiamato "triste".

La più radicale delle canzoni di impianto drammatico delle Shangri-Las. Questa volta è l'intero brano che è recitato piuttosto che cantato da Mary Weiss, che interpreta il brano impostando la voce su toni più bassi del solito per sottolineare ancora di più la malinconia della situazione. La musica è tutta nel controcanto delle altre Shangri-Las e nell'accompagnamento orchestrale. Nonostante questo impianto insolito è stato anche questo un successo, nella top-10 USA al n.6 nel 1965.

 

Discografia minima

 

La discografia delle Shangri-Las, composta in massima parte da singoli e da LP che erano compilation di singoli, si può consultare facilmente su Wikipedia in inglese (assieme anche ad una relativamente ampia bibliografia). I singoli, seppur non rari, sono oggetti da collezionisti. Su un CD relativamente recente, del 1994 ma poi riedito con ampliamenti nel 2002, chiamato significativamente "The Myrmidons Of Melodrama" si può però trovare, anche rimasterizzata, praticamente tutta la produzione del gruppo americano, 28 canzoni più, come curiosità, i commercial per la Revlon e per un'altra compagnia.

The Myrmidons of Melodrama - Track Listings

1. Remember (Walkin' In The Sand) - Stereo
2. It's Easier To Cry
3. Leader Of The Pack - Stereo
4. What Is Love
5. Give Him A Great Big Kiss - Stereo
6. Out In The Streets
7. The Boy
8. Give Us Your Blessing
9. Heaven Only Knows - Stereo
10. Right Now And Not Later
11. The Train From Kansas City - Stereo
12. Never Again
13. I'm Blue
14. What's A Girl Supposed To Do
15. The Dum Dum Ditty
16. You Cheated, You Lied
17. I Can Never Go Home Anymore - Stereo
18. Bull Dog
19. Long Live Our Love
20. Sophisticated Boom Boom
21. He Cried
22. Dressed In Black
23. Past, Present And Future
24. Paradise
25. Love You More Than Yesterday
26. Simon Says
27. Simon Speaks
28. Give Him A Great Big Kiss (Version) - Stereo
29. Radio Spot #1 Revlon
30. Radio Spot #2 Revlon
31. Radio Spot #3 Good Taste Tip
32. Radio Spot #4 Good Taste Tip

 

Le Shangri-Las su YouTube

 

Ulteriore conferma della popolarità delle Shangri-Las nei paesi anglosassoni è la copiosa quantità di video presenti su YouTube. Inutile inserire link e segnalazioni, si trovano facilmente e c'è praticamente tutto, tutte le canzoni e tutte le interpretazioni del girl group a suo tempo registrate su video o su pellicola. Proprio l'ampiezza della scelta consiglia di scegliere con cura le varianti per individuare quelle con audio o video migliore.

 

E il nome?

 

Ah, e il nome da dove viene? Non hanno deciso di chiamarsi Ronettes o Marvellettes o Shirelles come le altre band del periodo, ma hanno usato questo curioso nome di assonanza orientale. Che suonava però molto familiare agli ascoltatori degli anni '60, perché Shangri-La è il mitico reame dell'eterna giovinezza e della concordia, perduto tra le montagne dell'Himalaya, dove arrivano fortunosamente gli aviatori americani in fuga dalla Cina in fiamme, nel celebre film di Frank Capra "Orizzonte perduto" del 1937. Le ragazze però pare non abbiano preso il nome direttamente dal film ma, secondo Wikipedia, da un ristorante del Queens che aveva adottato quel nome. Può darsi, ma sicuramente da bambine il film l'avevano visto o avevano letto il romanzo di James Hilton da cui era tratto.

 

Note

 

NB: Le immagini di questa pagina sono tratte da Internet e non è indicata per esse protezione di copyright. In caso contrario è sempre possibile contattare il webmaster del sito (The images of this page are taken by Internet and without copyright declared, in case, it is possible to contact the webmaster of this site)

 

Ads by Google

© Musica & Memoria - Aprile 2012 / Riproduzione anche parziale della monografia non consentita

CONTATTO

HOME

Creative Commons License
Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons.