Sandy Denny - Who Knows Where the Time Goes?

MENU

HOME

  

Across the evening sky, all the birds are leaving
But how can they know it's time for them to go?
Before the winter fire, I will still be dreaming
I have no thought of time

Tutti gli uccelli stanno andando via, attraverso il cielo della sera
ma come fanno a sapere che è il momento di partire?
Prima del fuoco d'inverno, starò ancora sognando (1)
Non ho la preoccupazione del tempo

For who knows where the time goes?
Who knows where the time goes?

Perché chi sa in che direzione va il tempo?
Chi lo sa in che direzione va il tempo?

Sad, deserted shore, your fickle friends are leaving
Ah, but then you know it's time for them to go
But I will still be here, I have no thought of leaving
I do not count the time

Coste deserte e tristi, i tuoi volubili amici stanno andando via (2)
Ah, ma stavolta sai che è tempo che vadano
Ma io sarò ancora qui, non ho intenzione di partire
Io non faccio conto sul tempo

For who knows where the time goes?
Who knows where the time goes?

Perché chi sa in che direzione va il tempo?
Chi lo sa in che direzione va il tempo?

And I am not alone while my love is near me
I know it will be so until it's time to go
So come the storms of winter and then the birds in spring again
I have no fear of time

Ed io non sono sola mentre il mio amore è vicino a me
so che sarà così finché sarà il tempo di andare
per questo vengono le tempeste in inverno e ritornano gli uccelli a primavera
Io non ho paura del tempo

For who knows how my love grows?
And who knows where the time goes?

Perché chi sa come cresce il mio amore?
Chi lo sa in che direzione va il tempo?

   

Note

 

Who Knows Where the Time Goes? è una splendida canzone composta dalla cantante dei Fairport Convention, Sandy Denny per il loro classico album del 1969 Unhalfbricking. I Fairport Convention erano il gruppo di punta del nuovo movimento folk-rock inglese, che stava riscoprendo in quegli anni la tradizione popolare dell'isola, con risultati rimasti nella storia della musica come l'immortale versione dei Traffic della ballata a forte contenuto simbolico John Barleycorn (nell'album John Barleycorn Must Die).

Sandy Denny
era la front-woman e il personaggio immagine del gruppo, voce limpida e ottima interprete, non era forse allo stesso livello di perfezione di Jacqui McShee, la cantante dell'altro grande gruppo folk-rock inglese, i non dimenticati Pentangle, ma a suo favore giocava anche (è inevitabile)
l'aspetto avvenente.

Purtroppo Sandy Denny è scomparsa prematuramente nei primi anni '70 per uno stupido e banale incidente domestico, lasciando dietro di sé un piccolo mito. Questo suo brano simbolo ha avuto molte valide cover, tra cui quella del 10000 Maniacs, con in evidenza la cantante del gruppo americano Natalie Merchant, ma è da ricordare soprattutto la magnifica versione della "regina delle cover"; la cantante americana Eva Cassidy, in questo caso però è veramente arduo stabilire una preferenza tra la versione originale e quella della Cassidy.
Segnaliamo anche un'altra versione, molto personale, molto diversa da quella di Sandy Denny, ma da ascoltare assolutamente, incisa dalla brava interprete e autrice americana Cat Power nel suo disco tutto di cover Dark End Of The Street, del 2008.

(1)

Espressione per paradosso. Come dire "smetterò di sognare quando farà caldo d'inverno" cioè continuerò a sognare per sempre.

(2)

Si potrebbe anche tradurre, liberamente, "stanno prendendo il largo".

 

Ads by Google

 

© Traduzione Alberto Maurizio Truffi - Musica & Memoria Maggio 2006 / Copia per usi commerciali non consentita /Aggiornamenti marzo 2009 (Cat Power)

CONTATTO

DISCLAIMER
AVVERTENZE

HOME