Moody Blues - Go Now (1964)

HOME

MENU

 

We've already said "Goodbye"
Since you've got to go
Oh you had better go now.
Go now. Go now. Go now
Before you see me cry.
I don't want you to tell me
Just what you intend to do now.
'Cause how many times do I have to tell you
Darling, darling,
I'm still in love
With you now?

We've already said ‘So long’
I don't want to see you go.
Oh you had better go now.

Go now. Go now. Go now
Don't you even try telling me
That you don't want me to end this way
'Cause, darling, darling,
Can't you see I want you to stay?

We've already said ‘Goodbye’.
Since you've got to go
Oh you had better go now.

Go now. Go now. Go now
Before you see me cry.
I don't want you to tell me
Just what you intend to do now.
'Cause how many times do I have to tell you
Darling, darling,
I'm still in love,
Still in love,
With you now?

I don't want to see you go
But, darling,
You'd better go now.

   

Note

 

Dopo un primo singolo passato inosservato, questa riuscita cover è stato il primo successo dei Moody Blues, numero 1 in UK e al 10° posto negli USA nello stesso anno, il 1965. Il brano infatti era  stato scritto da Larry Banks e Milton Bennett per Bessie Banks, che era la moglie di Larry e l'aveva inciso, senza significativo successo, all'inizio del decennio.
Alla guida dei Moody Blues non c'era però ancora Justin Hayward, che avrebbe condotto il gruppo, solo due anni dopo, ad anticipare i sentieri del progressive rock verso i quali quasi tutti, tranne pochi irriducibili del blues, si sarebbero incamminati nel decennio successivo.
Il leader del gruppo di Birmingham era invece il chitarrista e cantante Denny Laine, che lascerà il gruppo, dopo questo brano, per tentare la carriera solistica.
E' lui infatti  il personaggio perennemente in primo piano nell'interessante video che possiamo vedere grazie al potente YouTube, e che anticipa curiosamente il celeberrimo Boehemian Rhapsody dei Queen, considerato da molti (chissà perché, ce ne stati innumerevoli, prima) il primo vero videoclip.

Da questa canzone è stato tratto (liberamente, per quanto riguarda il testo) il lato A del secondo singolo della Vedette della Equipe 84, con il titolo italiano (un po' a sorpresa, il concetto sarebbe proprio l'opposto) Ora puoi tornare.

 

Musica & Memoria Febbraio 2009 / Testo originale di Banks e Bennet, riprodotto per soli scopi di ricerca e critica musicale (vedi Disclaimer) / Copia per usi commerciali non consentita

ENGLISH

DISCLAIMER

HOME