Jackie DeShannon - Needles and Pins (1963)

HOME

MENU

 

I saw him today
I saw his face
It was a face I loved
And I knew
I had to run away
And get down on my knees
And pray that they'd go away

Ho visto lui oggi
Ho visto il suo volto
Era un volto che amavo
E sapevo
Che dovevo fuggire
E mettermi in ginocchio
E pregare che andassero via

But still they begin
Needles and pins
Because of all my pride
The tears I gotta hide
Hey, I thought I was smart
I'd win his heart
And I didn't think I'd lose
But now I see

Ma ancora ritornano
Aghi e spilli
A causa di tutto il mio orgoglio
Le lacrime che devo nascondere
Hey, pensavo di essere intelligente
che avrei conquistato il suo cuore
E non pensavo che avrei perso
Ma ora vedo (che è andata così)

She's more to him than me
Let him go ahead
Take her love instead
And one day, he will see
Just how to say please
Oh, and get down on his knees
Hey, that's how it begins
He'll feel those needles and pins
Hurting him, hurting him

Lei vale per lui più di me
Lascia che vada
E prenda il suo amore, invece
E un giorno, lui si accorgerà
di come deve ringraziarmi
Oh, e mettersi in ginocchio
Ehi, è così che comincia
Lui sentirà aghi e spilli
Ferirlo, fargli male

Why can't I stop
And tell myself I'm wrong
I'm wrong, so wrong
Why can't I stand up
And tell myself I'm strong

Perché non posso smettere
E dire a me stessa che faccio uno sbaglio
Sto sbagliando, sto così sbagliando
Perché non posso alzarmi in piedi
E dire a me stessa che sono forte
Because I saw him today
I saw his face
It was a face I loved
I can't let go
Although I know
He'll make me cry
Oh, whoa, whoa
Til the day I die
Perché oggi l'ho visto
Ho visto il suo volto
Era un volto che amavo
Non ce la faccio a lasciarlo andare
Sebbene io sappia
che mi farà piangere
Oh, si, si
Fino al giorno in cui morirò

But, people
I got to live now
And Lord knows
I have to forgive now
Yeah, when it begins
He'll feel those needles and pins
Hurting him, oh, stop it now
Stop those needles
Stop those pins

Ma, gente
Ora (invece) io devo vivere
E il Signore lo sa
Che io devo dimenticare ora
Si, quando comincia (a far male)
Lui sentirà quegli aghi e quegli spilli
Che lo feriscono, oh, fermali ora
Ferma quegli aghi
Ferma quegli spilli

Don't let them begin
Oh, won't you hear what I say
Somebody, take 'em away
Stop 'em now, stop 'em
Stop those needles and pins
Yeah, yeah, oh, when it begins
I feel those needles and pins

Non lasciare che comincino (a ferirti)
Oh, non vuoi sentire quello che dico
Qualcuno, li porterà via
Fermali ora, fermali
Ferma quegli aghi e quegli spilli
Si, si, quando inizia (a far male)
Io sento quegli aghi e quegli spilli
 

(Sonny Bono, Jack Nitzsche)

 

Note

 

Jackie DeShannon - Needles And Pins - First issue 1963The Searchers - Needles And Pins - 1964Una canzone scritta da Sonny Bono e Jack Nitzsche che definisce alla perfezione il concetto di canzone beat, indicando la strada per quelle che verranno (è del 1963). Alcuni accordi e giri di basso si troveranno in molti altri brani dello stesso Sonny Bono o di altri campioni del genere, ma è proprio l'equilibrio tra melodia e battito ritmico, l'incastro perfetto dei testi e l'andamento epico e in crescendo che rendono questo brano un classico.
La prima incisione è di Jackie DeShannon, qui solo in veste di cantante (è l'autrice di celebri pezzi beat e non solo come When You Walk In The Room, Put A Little Love In Your Heart e Betty Davis Eyes).

La interpretazione semplice e diretta della cantante e musicista americana (allora diciannovenne), con un arrangiamento in perfetto stile pre-beat, è probabilmente rimasta la più efficace. Il successo in USA è però stato relativo anche se ha raggiunto il n.1 in Canada. Il successo internazionale è arrivato con la versione dei Searchers l'anno dopo, parecchio più scialba. Poi ne sono arrivate decine di altre, da Cher fino addirittura ai Ramones. In tutte però è miracolosamente salvo e preservato l'andamento beat del brano originale.
L'unica altra versione che bisogna assolutamente sentire è quella in francese di Petula Clark (che peraltro era inglese, ma era una specie di cantante multinazionale) dal titolo
La nuit n'en finit pas. Ripresa ancora nel 2014 dal duo registico belga dei fratelli Dardenne come tema conduttore per il loro apprezzato film Deux jours, une nuit (Due giorni, una notte). D'altra parte anche in Francia era stato un numero uno in quello stesso 1963.

 

Ads By Google

 

Musica & Memoria Novembre 2014 / Traduzione Alberto Maurizio Truffi / Testo originale  riprodotto per soli scopi di ricerca e critica musicale (vedi Disclaimer) / Copia per usi commerciali non consentita

DISCLAIMER

HOME
ENGLISH