Bruno Lauzi - Il poeta

HOME

MENU

  

Alla sera al caffè con gli amici
si parlava di donne e motori
si diceva "son gioie e dolori"
lui piangeva e parlava di te

Se si andava in provincia a ballare
si cercava di aver le più belle
lui, lui restava a contare le stelle
sospirava e parlava di te

Alle carte era un vero campione
lo chiamavano "il ras del quartiere"
ma una sera giocando a scopone
perse un punto parlando di te

Ed infine una notte si uccise
per la gran confusione mentale
fu un peccato perché era speciale
proprio come parlava di te

(parlato)

Ora dicono, fosse un poeta
e che sapesse parlare d'amore

Cosa importa se in fondo uno muore
e non può più parlare di te

Note

 

Una bella canzone di Bruno Lauzi  sulla scia dei chansonnier francesi. In una intervista di parecchi anni fa il grande cantautore della scuola genovese parlava proprio di questa canzone come della sua preferita, tra le molte da lui composte. Pubblicata la prima volta nel 1963 in un 45 giri con 4 canzoni. Le altre, tutte di Lauzi, erano Vecchio paese, Menica Menica, La banda.

Vedi anche: Gli anni '60, I complessi beat, Le canzoni di protesta

  

Ads by Google

Musica & Memoria Ottobre 2006 / Testo originale di Bruno Lauzi riprodotto per soli scopi di ricerca e critica musicale (vedi Disclaimer) / Copia per usi commerciali non consentita

DISCLAIMER

HOME
ENGLISH