Beans - Un marinaio (A Salty Dog)

BLOG

HOME

MENU

 

Seduto qui
io guardo il mare
sono quasi gi le sei
la nave l
in fondo al blu
lentamente se ne va

Il sole tarda
il vento freddo
e frusta gli occhi miei
i miei ricordi
il viso tuo
non mi han lasciato mai

Un marinaio
vicino a me
anche lui guarda il mare
a cosa pensa
io non lo so
c' sale negli occhi suoi

Il suo fantasma
chiss chi
certamente non sei tu
il vento freddo
anche per lui
ma lui non piange pi

Un marinaio
vicino a me
anche lui guarda il mare
a cosa pensa
io non lo so
c' sale negli occhi suoi

Il suo fantasma
chiss chi
certamente non sei tu
il vento freddo
anche per lui
ma lui non piange pi

   

Note

 

Il testo italiano travisa come al solito quello originale. C' una lei e un "viso tuo" assente nell'originale (che parla del mito del viaggio e dell'avventura) e un marinaio invece di un capitano. Per c' il mare e il sale. E' un'altra storia, ma almeno un testo coerente, inserito nel filone degli abbandoni strazianti ("5 minuti e poi" e simili). Altre versioni dai Fratelli (stesso titolo e stesso testo, singolo Ri-Fi), dai Beati (I giorni sono lunghi) e dai Camaleonti (Un angelo in pi).
Questa versione in particolare dei catanesi (e poi insediati a Milano) Beans era prodotta da Nico Fidenco e l'arrangiamento era curato dai fratelli De Angelis.

 

Musica & Memoria 2010 / Testo originale trascritto e riprodotto per soli scopi di ricerca e critica musicale (vedi Disclaimer) / Copia per usi commerciali non consentita

ENGLISH

HOME