Antoine - Les élucubrations d'Antoine (1966)

COVER

HOME

MENU

   

Oh, Yeah !
Ma mère m'a dit, Antoine, fais-toi couper les cheveux,
Je lui ai dit, ma mère, dans vingt ans si tu veux,
Je ne les garde pas pour me faire remarquer,
Ni parce que je trouve ça beau,
Mais parce que ça me plaît

Oh, Yeah!
Mia madre mi ha detto, Antoine, tagliati i capelli,
Ho detto a mia madre, (lo farò) a 20 anni se tu vuoi,
Non mi importa di farmi notare,
né perché lo trovo bello,
ma perché mi piace

Oh, Yeah !
L'autre jour, j'écoute la radio en me réveillant,
C'était Yvette Horner qui jouait de l'accordéon,
Ton accordéon me fatigue Yvette,
Si tu jouais plutôt de la clarinette.

Oh, Yeah!
L'altro giorno, ascoltavo la radio quando mi sono svegliato,
c'era Yvette Horner, che suonava la fisarmonica, (1)
la tuo fisarmonica mi ha stancato,  Yvette
se avessi piuttosto suonato il clarinetto.

Oh, Yeah !
Mon meilleur ami, si vous le connaissiez,
Vous ne pourriez plus vous en séparer,
L'autre jour, il n'était pas très malin,
Il a pris un laxatif au lieu de prendre le train.

Oh, Yeah!
Il mio migliore amico, se lo conoscete,
non vorreste mai separarvene,
l'altro giorno non è stato molto intelligente,
ha preso un lassativo invece di prendere il treno.

Oh, Yeah !
Avec mon petit cousin qui a dix ans,
On regardait "Gros Nounours" à la télévision,
A Nounours il a dit "Bonne nuit mon bonhomme",
Il est parti danser le jerk au Paladium.

Oh, Yeah!
Con il mio cuginetto che ha dieci anni
Abbiamo visto "Big Teddy Bear" in TV (2)
L'orsacchiotto ha detto: "Buona notte, buon uomo",
ed ha iniziato a ballare il jerk al Palladium. (3)

Oh, Yeah !
Le juge a dit à Jules, vous avez tué,
Oui j'ai tué ma femme, pourtant je l'aimais,
Le juge a dit à Jules "Vous aurez vingt ans",
Jules a dit : "Quand on aime on a toujours vingt ans".

Oh, Yeah!
Il giudice ha detto a Jules, tu hai ucciso,
Sì, ho ucciso mia moglie, ma l'amavo,
Il giudice ha detto a Jules "Ti do' vent'anni"
Jules ha detto: "Quando si ama si hanno sempre vent'anni."

Oh, Yeah !
Tout devrait changer tout le temps,
Le monde serait bien plus amusant,
On verrait des avions dans les couloirs du métro,
Et Johnny Hallyday en cage à Médrano.

Oh, Yeah!
Tutto dovrebbe cambiare continuamente
Il mondo sarebbe molto più divertente
Ci sarebbero aerei nei tunnel della metropolitana
e Johnny Hallyday in gabbia nel circo Medrano. (4)

Oh, Yeah !
Si je porte des chemises à fleurs,
C'est que je suis en avance de deux ou trois longueurs,
Ce n'est qu'une question de saison,
Les vôtres n'ont encore que des boutons.

Oh, Yeah!
Se mi metto camicie a fiori, (5)
è perché io sono avanti di due o tre lunghezze,
Questa non è che una questione di stagione
Le vostre sono ancora con i bottoni

Oh, Yeah !
J'ai reçu une lettre de la Présidence
Me demandant, Antoine, vous avez du bon sens,
Comment faire pour enrichir le pays ?
Mettez la pilule en vente dans les Monoprix.

Oh, Yeah!
Ho ricevuto una lettera dal Presidente
mi ha chiesto, Antoine, tu che hai buon senso
come si può fare per arricchire il paese?
Mettete la pillola in vendita nei supermercati. (6)

Oh, Yeeeeaaaahhhh !

Oh, Yeeeeaaaahhhh !

 

Note

 

Parole e Musica: Antoine 1966 © Vogue 1966
Trasposizione in italiano (a cura di Herbert Pagani): Le divagazioni di Antoine

 

(1)

Yvette Horner era una musicista francese di origine serba, suonatrice virtuosa di fisarmonica, interpretava polke, mazurke e altra "musica di papà".

(2)

Il classico orsacchiotto di peluche, penso si riferisca a qualche programma TV dell'epoca in Francia. Nella versione italiana diventa Topo Gigio.

(3)

Uno dei balli di moda a metà degli anni '60, successore dello "shake".

(4)

Johnny Halliday era un rocker della prima ora, e come tale ormai un cantante del passato per i beat di metà anni '60

(5)

Le camicie a fiori erano state lanciate proprio da Antoine. Una decorazione tipicamente femminile portata da un uomo (capellone per giunta) era già una trasgressione abbastanza significativa da suscitare una attenzione addirittura internazionale.

(6)

E qui si vede che la sensibilità dei costumi era molto più avanti in Francia che da noi. Sarebbe stato inconcepibile in una canzone in Italia parlare di pillola anticoncezionale nel 1966.

 

Per ascoltare questa canzone e la versione italiana

 

 

Ads by Google

 

 

Musica & Memoria 2013 / Riproduzione per soli scopi di ricerca e critica musicale (vedi Disclaimer) / Copia per usi commerciali non consentita

DISCLAIMER

HOME