Alusa Fallax - Tutto passa (1969)

ORIGINALE

HOME

MENU

 

Io ricordo
quando sulla sabbia con me
c'era lei in mano a me

Tutto passa
nella vita

Io ricordo l nel sole
i baci suoi
e quelli che
ho dato a lei

Tutto passa
nella vita

Ma non so pi scordar
quegli occhi suoi
quel viso che
ho baciato
sulla sabbia

Io ricordo l nel sole
i baci suoi
e quelli che
ho dato a lei

Tutto passa
nella vita

Ma non so pi scordar
quegli occhi suoi
quel viso che
ho baciato
sulla sabbia

ho baciato
sulla sabbia
 

Note

 

Secondo singolo anni '60, pubblicato per la precisione nel 1969 con la piccola etichetta West Side, per gli Alusa Fallax, gruppo di Milano pi noto per quello che ha prodotto nel decennio successivo, vale a dire l'album "Intorno alla mia cattiva educazione", pubblicato nel 1974 con la Fonit Cetra, uno dei "classici" del progressive italiano, all'epoca stampato in pochissime copie e  con una copertina molto ricercata, e negli anni successivi oggetto di collezionismo spinto. Poi pubblicato anche su CD.
Tutto passa presentato in copertina come "adattamento di una ballata pellerossa" e cover di "All My Trials", mentre invece di solito citata come una cover di "All My Sorrows" dei Searchers.

Gli Alusa Fallax negli anni '70Per una volta gli Alusa Fallax di Parretti, Gabet (autore dell'adattamento) e dei fratelli Cirla non avevano del tutto torto. Infatti la base di tutto un motivo popolare raccolto nelle isole Bahamas, quindi non prodotto sicuramente dalla cultura pellerossa, ma probabilmente dalla cultura degli schiavi neri, ma comunque folk. Un brano diventato poi noto anche come canzone di protesta con il titolo appunto "All My Trials" (tutte le mie prove). Il primo gruppo folk revival di grande successo, il Kingston Trio, aveva poi inserito questo brano con testo leggermente diverso e titolo "All My Sorrows" in un loro album del 1959. In seguito arrivata (nel 1963) la versione degli inglesi Searchers, piuttosto simile, anche se ora eseguita con strumenti elettrici. Quest'ultima la base per gli Alusa Fallax, dal punto di vista dell'arrangiamento.

Riguardo al testo italiano invece, nessun riferimento (come al solito) alle parole della canzone originale, la prima o la seconda che sia. Le parole inserite non fanno alcun cenno ai pellerossa, a prove da superare o a un sentimento di tristezza, ma, molto pi semplicemente, parlano di amori estivi. L'originale invece parlava di tutte le tristezze che una storia finita ha lasciato dietro di s, con un vago senso di compianto e nostalgia, che coerente (a differenza della cover) con il tema musicale morbido e rassegnato (e di grande bellezza).

Per saperne di pi sugli Alusa Fallax consigliamo questa intervista di Massimo Parretti ad uno dei siti specializzati nel progressive italiano, ricca di informazioni molto chiare.

 

Musica & Memoria 2011 / Testo originale di Gabet trascritto e riprodotto per soli scopi di ricerca e critica musicale (vedi Disclaimer) / Copia per usi commerciali non consentita

DISCLAIMER

HOME