Byrds - Turn! Turn! Turn!  (1965)

HOME

MENU

   

To everything - turn, turn, turn
There is a season - turn, turn, turn
And a time for every purpose under heaven

Ogni cosa [gira, gira, gira]
ha una (sua) stagione [gira, gira, gira]
e c'è il (giusto) tempo per ogni proposito, sotto il cielo

A time to be born, a time to die
A time to plant, a time to reap
A time to kill, a time to heal
A time to laugh, a time to weep

Un tempo per nascere e un tempo per morire,
un tempo per piantare e un tempo per sradicare
un tempo per uccidere e un tempo per guarire,
un tempo per ridere e un tempo per piangere

To everything - turn, turn, turn
There is a season - turn, turn, turn
And a time for every purpose under heaven

Ogni cosa [gira, gira, gira]
ha una (sua) stagione,
e c'è il (giusto) tempo per ogni proposito, sotto il cielo.

A time to build up, a time to break down
A time to dance, a time to mourn
A time to cast away stones
A time to gather stones together

Un tempo per costruire e un tempo per buttare giù
un tempo per ballare e un tempo per portare il lutto
un tempo per gettare sassi
un tempo per raccoglierli e metterli assieme

To everything - turn, turn, turn
There is a season - turn, turn, turn
And a time for every purpose under heaven

Ogni cosa [gira, gira, gira]
ha una (sua) stagione,
e c'è il (giusto) tempo per ogni proposito, sotto il cielo.

A time of war, a time of peace
A time of love, a time of hate
A time you may embrace
A time to refrain from embracing

Un tempo di guerra, un tempo di pace
un tempo d'amore, un tempo di odio
un tempo nel quale puoi abbracciare (tutti)
un tempo nel quale trattenere gli abbracci

To everything - turn, turn, turn
There is a season - turn, turn, turn
And a time for every purpose under heaven

Ogni cosa [gira, gira, gira]
ha una (sua) stagione,
e c'è il (giusto) tempo per ogni proposito, sotto il cielo.

A time to gain, a time to lose
A time to rend, a time to sew
A time to love, a time for hate
A time for peace, I swear it's not too late!

Un tempo per vincere, un tempo per perdere
un tempo per stracciare le vesti, un tempo per rammendarle
un tempo per amare, un tempo per odiare
un tempo per la pace, e giuro che non è troppo tardi!

   

Note

 

Il secondo grande successo dei Byrds era stato scritto dal grande folk singer americano Pete Seeger che non l'aveva però pubblicata in una sua versione. Ispirato a un brano della Bibbia contenuto nel libro Qoelet, o Ecclesiaste, titolo completo Turn! Turn! Turn! (To Everything There Is a Season), trasforma i celebri versi del libro sacro, nell'ultima strofa, in una canzone che inneggia alla pace, proprio negli anni della guerra in Vietnam. Successo da classifica per i Byrds nel 1965, per 11 settimane nella top-40 USA, sicuramente il messaggio profondo della canzone è arrivato ai ragazzi americani degli anni '60.

I Byrds nel 1965 erano David Crosby (chitarra e voce), Roger McGuinn (chitarra e voce), Gene Clark(chitarra e voce), Chris Hillman (basso), Michael Clarke (batteria), ritratti da sinistra a destra nella copertina del singolo riprodotta sopra. Fino al 1965 gran parte delle canzoni erano state composte da Gene Clark, che lascerà però il gruppo quell'anno. I maggiori successi erano stati però due cover in chiave beat / rock di due brani folk, Mr. Tambourine Man da Bob Dylan e questa Turn! Turn! Turn da Pete Seeger.

In una intervista del 1988 per un libro del giornalista USA Paul Zollo, "Songwriters On Songwriting", Pete Seeger ha raccontato la genesi di questa canzone e come è riuscito a far arrivare al grande pubblico dei giovani una canzone di protesta:  "I don't read the Bible that often. I leaf through it occasionally and I'm amazed by the foolishness at times and the wisdom at other times. I call it the greatest book of folklore ever given. Not that there isn't a lot of wisdom in it. You can trace the history of people poetically."
"I got a letter from my publisher, and he says, 'Pete, I can't sell these protest songs you write.' And I was angry. I sat down with a tape recorder and said, 'I can't write the kind of songs you want. You gotta go to somebody else. This is the only kind of song I know how to write.' I pulled out this slip of paper in my pocket and improvised a melody to it in fifteen minutes. And I sent it to him. And I got a letter from him the next week that said, 'Wonderful! Just what I'm looking for.' Within two months he'd sold it to the Limelighters and then to the Byrds. I liked the Byrds' record very much, incidentally. All those clanging, steel guitars - they sound like bells.
" I Limelighters o Limeliters erano un trio folk country formatosi nel 1959, parte del revival folk dei primi anni '60 in USA.

 

Per ascoltare questa canzone

 
 

Ads by Google

Musica & Memoria 2003 / Testo originale Pete Seeger / Traduzione Musica & Memoria / Riproduzione per soli scopi di ricerca e critica musicale (vedi Disclaimer) / Copia per usi commerciali non consentita.

DISCLAIMER

HOME
ENGLISH