The Wind That Shakes The Barley

HOME

MENU

   

I sat within a valley green,
Sat there with my true love
My sad heart strove to choose between,
The old love and the new love
The old for her, the new that made,
Me think on Ireland dearly
While soft the wind blew down the glade,
And shook the golden barley

Ero seduto in una verde vallata,
Ero seduto lì con il mio amore
Il mio cuore triste lottava per scegliere tra
il mio vecchio amore e il nuovo amore
Quello vecchio era per lei, quello nuovo
era il pensiero ardente per l'Irlanda
Mentre leggero il vento piegava l’erba
e scuoteva l’orzo dorato.

Twas hard the woeful words to frame,
To break the ties that bound us
But harder still to bear the shame,
Of foreign chains around us
And so I said, "The mountain glen,
I'll seek at morning early
And join the brave united men,
While soft wind shook the barley.

Erano dure le dolorose parole (pronunciate) davanti al telaio, per spezzare i legami che ci univano
Ma ancora più duro era sopportare la vergogna
di catene straniere su di noi,
E così dissi, “Cercherò domani di prima mattina
La stretta valle del monte
e mi unirò ai "Brave United Men" (1)
Mentre leggero il vento scuoteva l’orzo.

While sad I kissed away her tears,
My fond arms around her flinging
The foeman's shot burst our ears,
From out the wildwood ringing
A bullet pierced my true love's side,
In life's young spring so early
And on my breast in blood she died,
While soft wind shook the barley.

Mentre tristemente le baciavo via le lacrime
le mie braccia strette attorno a lei
Lo sparo del nemico scoppiò nelle nostre orecchie (2)
Sibilando dal folto del bosco
Il proiettile trafisse il fianco al mio amore,
così presto nella giovane primavera della vita
E sul mio petto, nel sangue lei è morta
Mentre leggero il vento scuoteva l’orzo.

I bore her to the wildwood screen
And many a summer blossom
I placed with branches soft and green,
About her gore-stained bosom
I wept and kissed her pale, pale cheek,
Then rushed o'er vale and far lea
My vengeance on the foe to wreak,
While soft wind shook the barley.

La portai ad un ruscello nel folto della foresta
e c'era una grande fioritura estiva
Posai rami morbidi e verdi
sul suo seno macchiato di sangue
Piansi e baciai le sue fredde, fredde guance
E (da quel giorno) irruppe tra valli e campi lontani
la mia vendetta da infliggere al nemico
Mentre leggero il vento scuoteva l’orzo.

Twas blood for blood without remorse,
I've ta'en at Oulart Hollow
And placed my true love's clay-cold corpse,
Where I full soon will follow
And round her grave I wander drear,
Noon, night and morning early
With breaking heart when'er I hear,
The wind that shakes the barley.

Fu sangue per sangue senza (alcun) rimorso,
Partecipai (alla battaglia) di Oulart Hollow
Posai il corpo del mio unico amore, freddo come argilla (3)
dove il mio molto presto lo seguirà
E vaga tristemente nel luogo della  sua tomba
Di mezzogiorno, di notte o di prima mattina
Con il cuore sofferente, ogni volta che sento
il vento leggero che scuote l'orzo.

   

Note

 

Il poeta e patriota irlandese Robert Dwyer Joyce ha scritto questa poesia, poi musicata e divenuta uno dei canti più noti e intensi dell'irredentismo irlandese, nel 1861. Fa riferimento ai moti rivoluzionari e indipendentisti nel paese del 1798. Trattandosi di un poeta e non di un musicista si suppone che la melodia a cui ha adattato i versi sia di origine tradizionale, anche se da nessuna parte si trovano informazioni in merito.

Si tratta di una delle più celebri e intense ballate irlandesi, riproposta nel tempo da interpreti rigorosi del folk delle isole britanniche, come Martin Carthy ed in seguito anche da altri, con in evidenza i Dead Can Dance per l'albume del 1993 Into The Labyrinth (dedicato al recupero della tradizione folklorica) con una interpretazione formidabile per voce sola di Lisa Gerrard. nel 2010 anche Lorena Mc Kennit ha dato una sua versione in stile folk-pop del brano, che l'ha reso ancora più famoso. Che seguiva però la colonna seonora dell'omonimo film di Ken Loach del 2006, che narrava però le vicende della guerra d'indipendenza degli anni '20 in Irlanda. (1919-1923).

Nelle varie versioni il testo in parte cambia. Quello riportato è l'originale di Joyce.

  1. E' il nome della organizzazione irredentista e rivoluzionaria che univa tutti i combattenti per la indipendenza dell'Irlanda
  2. Il "foeman" o "foreman" dovrebbe essere il capo pattuglia degli inglesi a caccia degli irredentisti
  3. In italiano tendiamo a dire "unico amore" anzichè "vero amore" come gli inglesi.
     

© Musica & Memoria Gennaio 2017 / Traduzione Alberto Maurizio Truffi

CONTATTO

HOME