La nascita del rock

MENU HOME

Ma quando è nata la musica rock, il genere che negli anni sarebbe arrivato a dominare l'intero panorama musicale mondiale? Tutti pensano a Bill Haley e ai suoi Comets nel 1954, ma ...

1946

 

Il dopoguerra incrementa la domanda di musica per danzare e scatenarsi. Dopo la grande affermazione del boogie-woogie musicisti neri al confine tra blues, jazz e gospel cominciano a proporre un genere che sarà poi chiamato rhythm & blues (R&B), che rimane confinato per ora ad un pubblico nero.

 

1946-1951

 

Arrivano i primi successi, anche se di nicchia, tra boogie-woogie e R&B, sono Hound Dog, Good Rockin' Tonight, Rock This Joint Tonight, e soprattutto il brano Rocket 88 (1951) di Jackie Brenston, un cantante R&B nero (1), che anticipa molti degli stilemi del rock, nel brano compare anche la prima chitarra elettrica con suono distorto (secondo alcune fonti, un fatto casuale, invece, ascoltando il brano sembra un effetto intenzionale). Il termine "rock" comincia a girare nei titoli e nei testi delle canzoni R&B, Significa letteralmente "roccia" ma il senso è "duro", "deciso".

 

1952

Un musicista bianco, di meno di 30 anni, leader di una band chiamata i Comets, ha l'idea (2) di prendere e adattare alcuni R&B per il mercato più ampio dei ragazzi bianchi. Il suo nome e' Bill Haley e non sa di essere in procinto di intercettare un desiderio di musica generazionale e ribelle che esploderà da lì a poco e continuerà per i decenni successivi. Il nome del nuovo genere deriverà dai suoi primi successi. Il primo singolo di questa nuova fase e' Rock The Joint ed esce in questo anno, nel quale due autori (Jimmy Myers e Max Freedman) compongono anche un brano che diventerà ben più celebre: Rock Around The Clock.
Nello stesso anno inizia anche la produzione in serie dello strumento chiave del rock: la chitarra elettrica. La nota fabbrica di chitarre Gibson presenta la sua chitarra elettrica senza cassa armonica, derivata da un progetto del musicista Les Paul di qualche anno prima, mentre Leo Fender presenta la prima versione della sua celeberrima Stratocaster, derivante da un suo progetto del 1950.

12 aprile 1954

Bill Haley incide Rock Around The Clock, il singolo viene messo in commercio nella primavera di quell'anno, con modesti esiti di vendita; e' però questa la data convenzionale di nascita del rock.

5 luglio 1954

Un manager discografico di nome Sam Phillips, fondatore della Sun Records, da' fiducia a un giovane cantante dalle evidenti doti nel canto, nel ballo e nell'aspetto, anche se decisamente anticonvenzionale, il suo nome e' Elvis Presley e il brano e' That's Alright (Mama). E' un blues di qualche anno prima (composto da Arthur Crudup) interpretato in chiave rock.

1955

Esce nelle sale statunitensi il film Blackboard Jungle, nella colonna sonora e' inclusa Rock Around The Clock, che raggiunge cosi l'attenzione del pubblico.

Giugno 1955

Rock Around The Clock entra nella classifica USA, raggiunge il n.1 e rimane in classifica per 22 settimane: il rock si avvia a diventare un fenomeno di massa.

1955

Bill Haley incide il suo secondo hit Shake Rattle & Roll (una cover di un R&B di Joe Turner del 1954): arriva ancora al primo posto in classifica e consolida il successo del rock. Nessuno però chiama ancora così quella musica, il nuovo genere viene indicato come "western swing".

21 maggio 1955

Un giovane chitarrista e cantante nero, Chuck Berry, riesce a far pubblicare il suo primo singolo, è Roll Over Beethoven. Secondo molti storici della musica è il primo vero e proprio brano rock'n'roll, il prototipo.

1955

Un conduttore radiofonico di Cleveland, Alan Freed, che dal 1954 e' passato alla importante radio WINS di New York inventa ed inizia ad utilizzare estesamente il termine rock'n'roll, fondendo probabilmente le parole chiave utilizzate nei primi due successi di Haley e nel primo successo di Chuck Berry. Il nuovo termine si diffonde rapidamente e caratterizza tutta la nuova musica dominante il mercato giovanile negli anni '50. (3)

1960

Un cantante nero, Chubby Checker, proveniente dal genere doo-wop, propone il brano che diventerà l'apripista di un nuovo genere musicale e di un ballo che conquisterà tutto il mondo, il twist. Il brano è "The Twist" ("la rotazione", "la giravolta"). Per tutti i primi anni '60 la fame di musica e divertimento dà origine ad altri balli e pseudo generi ("hully-gully", "slop", "jerk", "madison") mentre in parallelo esplode il genere "surf", portato a forma d'arte dai Beach Boys. Il rock & roll è ormai superato.

1964

Dopo una navigazione sotterranea che partiva dai primi anni '60 emerge e diventa dominante il genere "beat", difficile individuare un momento e un brano preciso, certo i Beatles hanno la parola beat ("battito") nel nome, mentre altri, i Kinks in primo luogo, scrivono canzoni che possono più direttamente essere considerati prototipi per tutti gli altri innumerevoli complessi che seguono il nuovo stile. Il twist e i suoi epigoni sono roba del passato, commerciale, per ragazzini, il rock & roll è ormai a livello di revival.

1967

Non è il primo concept album ma sicuramente codifica il genere, copertina creativa compresa. E' l'anno di Sgt. Pepper e del passaggio dalla canzone (su singolo, 45 giri) all'opera - album (su LP 33 giri). Il beat è definitivamente superato, sostituito provvisoriamente nel ramo della musica energetica e giovane dal buon vecchio R&B che ritorna e conquista il mondo, e la guida del nuovo suono passa a quello che ora si chiama comunemente "psichedelia", mentre il beat nell'anno del tramonto trova una sintesi quasi perfetta in un brano di Sonny Bono, The Beat Goes On.

1970

Dopo molte avvisaglie sia stilistiche (Kinks: You Really Got Me, Beatles, White Album: Helter Skelter, Rolling Stones; Let It Bleed) sia gergali il rock sta tornando alla grande. L'album che probabilmente consacra il nuovo nome, semplificato in "rock", e il nuovo genere è "Deep Purple In Rock".
Rock è trasgressione, rock è energia pura contrapposta al progressive raffinato e pretenzioso erede della psichedelia, e rimarrà per sempre con noi, puro e nativo nelle formazioni classiche con due chitarre elettriche, basso e batteria, o associato ad ogni altro genere; folk rock, jazz rock, blues rock, punk rock, hard rock, heavy metal rock, country rock ... Alla fine è tutta una questione di ritmo, l'aggiunta di batteria e basso elettrico e la battuta del rock.

Note

     

(1)

Da segnalare però anche l'autore dello storico brano: Ike Turner.

 

(2)

Probabilmente è stata una operazione organizzata assieme ai suoi produttori, alla ricerca di un modo per proporre anche ai giovani bianchi quella musica energetica che era però relegata ad un pubblico nero.

(3)

Secondo altre testimonianze aveva già usato il termine anche in precedenti trasmissioni su emittenti minori. In ogni caso per una serie di casuali coincidenze il nome alla nuova "cosa" è stato trovato.

(4)

Ovviamente, dei Deep Purple. Sono molti però gli altri gruppi che nello stesso periodo stavano recuperando le radici e la semplicità del rock e del blues fondendolo con la spettacolarizzazione della musica introdotta dal progressive.

 

 


Ads by Google

 © Alberto Maurizio Truffi - Musica & Memoria  Gennaio 2007

CONTATTO

HOME