Paul Simon - American Tune

HOME

MENU

 

 

Many's the time I've been mistaken, and many times confused
And I've often felt forsaken, and certainly misused.
But I'm all right, I'm all right, I'm just weary to my bones
Still, you don't expect to be bright and Bon Vivant
So far away from home, so far away from home.

Sono molte le volte che sono stato in errore, e molte quelle nelle quali sono rimasto confuso
E spesso mi sono sentito tradito, e anche usato contro la mia volontà (1)
Ma va tutto bene, va tutto bene, ho solo le ossa stanche
D'altra parte, non ti aspetti di essere brillante e uomo di mondo
Così lontano da casa, così lontano da casa

I don't know a soul who's not been battered
Don't have a friend who feels at ease
Don't know a dream that's not been shattered
Or driven to it's knees.

Non conosco un'anima che non sia stata ferita
Non ho un amico che si senta in pace col mondo
Non so di un sogno che non sia stato infranto
O messo in ginocchio

But it's all right, it's all right, for we've lived so well so long
Still, when I think of the road we're traveling on,
I wonder what's gone wrong, I can't help it
I wonder what's gone wrong.

Ma va tutto bene, va tutto bene, abbiamo vissuto bene così a lungo
Eppure, quando penso alla strada che abbiamo fatto
Mi chiedo che cosa è andato storto, non riesco a capirlo (2)
Mi chiedo che cosa è andato storto

And I dreamed I was dying. I dreamed my soul rose
unexpectedly, and looking back down on me, smiled
reassuringly, and I dreamed I was flying.
And far above, my eyes could clearly see
The Statue of Liberty, sailing away to sea
And I dreamed I was flying.

E ho sognato che ero morto. Ho sognato che la mia anima saliva
inaspettatamente (sopra di me), e guardando giù verso di me, mi sorrideva
rassicurante, e ho sognato che stavo volando.
E in lontananza, i miei occhi potevano chiaramente vedere
La Statua della Libertà, che andava alla deriva verso il mare aperto (3)
E ho sognato che stavo volando

We come on a ship we call the Mayflower,
We come on a ship that sailed the moon
We come at the age's most uncertain hour
And sing the American tune

Arriviamo su una nave che chiamiamo Mayflower (4)
Arriviamo su una nave che aveva navigato sino alla Luna (5)
Arriviamo al momento più incerto di (tutte) le epoche
E cantiamo la musica Americana (6)

Oh it's all right, it's all right
You can't be forever blessed
Still, tomorrow's gonna be another working day
And I'm trying to get some rest,
That's all, I'm trying to get some rest

Oh va tutto bene, va tutto bene
Non puoi essere sempre benedetto (dalla Fortuna)
Ancora, domani sarà un altro giorno di lavoro
E sto tentando di riposarmi un po'
Questo è tutto, sto tentando di riposarmi un po'

 

Note

   

 

La canzone è stata pubblicata sull'album There Goes Rhymin' Paul Simon del 1973. Il testo riflette in modo poetico la disillusione di quel momento storico, la crisi di un paese diviso, ancora impegnato in una guerra senza sbocchi in Vietnam, che appoggiava colpi di stato e dittature in Cile, in Brasile o in Spagna e in Grecia, e che stava perdendo la leadership nel mondo. Una anticipazione in parte profetica del declino ormai prossimo dell'amministrazione Nixon.
Di questa canzone ha dato una splendida interpretazione anche Eva Cassidy, pubblicata nell'album omonimo. Nella interpretazione della cantante americana il testo è in parte variato, ma senza alcun cambiamento del significato dei versi.
Quello pubblicato è il testo della versione originale dell'album (con alcune correzioni rispetto ai testi disponibili in rete).

(1)

Volendo usare una parola unica sarebbe "abusato". La Cassidy canta direttamente "abused".

(2)

Letteralmente "non posso aiutare" (a capire).

(3)

Letteralmente: "che salpava verso il mare". Abbiamo cercato una traduzione che suoni più lineare in italiano, non sappiamo se era proprio voluta l'analogia con una nave che "salpa"; sembra più coerente che una statua galleggi alla deriva.

(4)

La nave con la quale sono approdati nelle vicinanze della odierna Boston i pellegrini puritani espatriati dall'Inghilterra che hanno dato origine, secondo la tradizione, ai valori e alla cultura degli Stati Uniti.

(5)

L'Apollo 11, la navicella spaziale americana che ha raggiunto la Luna nel 1969.

(6)

Letteralmente sarebbe il "motivo americano". Curiosamente, in questo caso, americano non è. Infatti per questa bella canzone Paul Simon ha utilizzato (esplicitamente) un'aria tratta da Bach, dalla Passione secondo Matteo, che a sua volta è la rielaborazione di un canto popolare tedesco dell'epoca.

   

 

Di Paul Simon anche le traduzioni degli album Graceland e i singoli Kodachrome e One's Man Ceiling

   

Ads by Google

© Musica & Memoria - Marzo 2011 / Traduzione Alberto Maurizio Truffi / Testo originale di Paul Simon riprodotto per soli scopi di ricerca e critica musicale (Vedi Avvertenze) / Copia per usi commerciali non consentita.

HOME