Ornella Vanoni - Angeli e diavoli

HOME

MENU

   

Ho amato due
uomini che
come il cielo e l'inferno
sono stati per me

Uno, l'artista, l'amore faceva
e il camionista, invece scopava

E ognuno il suo istinto seguiva
il primo sfiorava
l'altro graffiava
ed io rispondevo a livelli diversi
ad angeli buoni e a demoni perversi

Uno inventava per me versi sciolti
l'altro beveva gridandomi insulti
ma non decidete chi è stato crudele
se non vi ho detto i giri
della mente e del cuore.

L'artista pur dolce
soffriva di colpe
che il giorno dopo
più forte sentiva
e quei sensi di colpa
che non sopportava
nel suo letto me li passava

Quell'altro mi aveva
ma senza rimorsi
e con un sorriso poi si risvegliava
con sé mi voleva
nel suo letto che tutto capiva

Quei colpi che danno paure e tabù
sono peggio dei graffi
taglian l'anima giù

Il poeta gentile
quello sì mi ferì
più di chi mi scopava
lì per terra così

 
   

 
   

Note

 

Riuscita versione italiana di una canzone della cantautrice americana Dory Previn, Angel and Devils The Following Day, pubblicata sull'album del 1971 Mythical Kings and Iguanas, con una efficace e fedele traduzione (di Paolo Limiti), registrata per il'album del 1973 "Ornella Vanoni e altre storie" della cantante milanese.
Si può leggere il testo originale tradotto con il link sopra riportato.

Note sul testo: Testo originale di Paolo Limiti riprodotto per soli scopi di ricerca ecritica musicale (Vedi Avvertenze) / Copia per usi commerciali non consentita.

 

 

Ads by Google

© Musica & Memoria - Ottobre 2014 / Trascrizione Alberto Maurizio Truffi

DISCLAIMER

HOME