Donovan - Atlantis (1969)

HOME

MENU

 

 

The continent of Atlantis was an island
which lay before the great flood
in the area we now call the Atlantic Ocean.
So great an area of land, that from her western shores
those beautiful sailors journeyed
to the South and the North Americas with ease,
in their ships with painted sails.

Il continente di Atlantide era un'isola
che si estendeva prima del diluvio universale
nell'area che ora noi chiamiamo Oceano Atlantico.
La terra emersa era così grande che, dalle coste occidentali
quei meravigliosi marinai potevano raggiungere
l'America del Sud e del Nord
con le loro navi dalle vele dipinte

Too the East Africa was a neighbour, across a short strait of sea miles.
The great Egyptian age is but a remnant of The Atlantian culture.
The antediluvian kings colonised the world
All the Gods who play in the mythological dramas
In all legends from all lands were from fair Atlantis.
Knowing her fate, Atlantis sent out ships to all corners of the Earth.
On board were the Twelve:
The poet, the physician, the farmer, the scientist,
The magician and the other so-called Gods of our legends.
Though Gods they were -
And as the elders of our time choose to remain blind
Let us rejoice and let us sing and dance and ring in the new

Anche la costa Est dell'Africa era vicina, distante un breve tratto di miglia marine
La grande età egizia non è altro che une reminescenza della cultura atlantidea
I re di prima del diluvio colonizzarono il mondo
tutti gli dei che compaiono negli antichi miti
in tutte le leggende di tutti i paesi provenivano da Atlantide, terra della giustizia
Avendo coscienza del loro destino, Atlantide inviò le proprie navi verso tutti gli angoli del mondo
A bordo si trovavano i Dodici:
Il Poeta, il Medico, il Contadino, lo Scienziato
il Mago e gli altri cosiddetti Dei delle nostre leggende
Che tuttavia (potevano essere considerati) Dei
E siccome gli uomini più potenti del nostro tempo preferiscono rimanere ciechi
riuniamoci e cantiamo e danziamo e annunciamo di nuovo:

Hail Atlantis!

Salve Atlantide!

Way down below the ocean where I wanna be she may be,
Way down below the ocean where I wanna be she may be,
Way down below the ocean where I wanna be she may be.
Way down below the ocean where I wanna be she may be,
Way down below the ocean where I wanna be she may be.
My antediluvian baby, oh yeah yeah, yeah yeah yeah,

Giaci nel profondo dell'Oceano dove voglio essere, e (dove) lei potrebbe  essere
Giaci nel profondo dell'Oceano dove voglio essere, e (dove) lei potrebbe  essere
Giaci nel profondo dell'Oceano dove voglio essere, e (dove) lei potrebbe  essere
Mia creatura di prima del diluvio, oh sì

I wanna see you some day
My antediluvian baby, oh yeah yeah, yeah yeah yeah,
My antediluvian baby,
My antediluvian baby, I love you, girl,
Girl, I wanna see you some day.
My antediluvian baby, oh yeah
I wanna see you some day, oh
My antediluvian baby.
My antediluvian baby, I wanna see you
My antediluvian baby, gotta tell me where she gone
I wanna see you some day
Wake up, wake up, wake up, wake up, oh yeah
Oh down down, yeah

Voglio vederti un giorno
Mia creatura di prima del diluvio, oh sì
Mia creatura di prima del diluvio
Mia creatura di prima del diluvio, ti amo, ragazza
Ragazza, vorrei vederti un giorno
Mia creatura di prima del diluvio
Vorrei vederti un giorno
Mia creatura di prima del diluvio
Mia creatura di prima del diluvio, vorrei vederti un giorno
Mia creatura di prima del diluvio, ditemi dove dove è andata
Vorrei vederti un giorno
Sorgere, sorgere, sorgere
Oh, nel profondo, nel profondo, sì.

   

 

 

Note

 

La celebre e bella canzone di Donovan del 1969 riprendeva il mito di Atlantide, il mondo scomparso, origine perduta della nostra civiltà, assieme ad altri miti connessi alle storie alternative del mondo. Nella pagina dedicata a queste leggende (o fatti?) si possono leggere le origini del mito di Atlantide e le sue possibili spiegazioni.
Donovan intreccia con quello di Atlantide anche un altro mito, quello dei dodici sapienti, il cerchio di esseri superiori, gli iniziati del consiglio circolare del Re del Mondo, portandolo però ad una spiegazione razionale, quasi positivistica, opposta a quella esoterica di Renè Guenon nell'omonimo libro.

Ma è accennato anche il tema del messia, portatore di una nuova era. La creatura che lui e i suoi discepoli aspettano e invocano (la seconda parte della canzone è un potente coro) è identificata in una ragazza (girl) forse anche per ragioni commerciali, di fruibilità della canzone. Ma il termine "baby", indifferenziato come genere (noi abbiamo utilizzato "creatura") non può non far pensare a un nuovo nato dalla perduta Atlantide, a un nuovo messia che riporti la luce in un mondo di ciechi.

Se infine vuoi sapere perché nella storica e dibattuta copertina di Atlantis si può vedere una svastica invertita, puoi leggere qui.

 

Per ascoltare questa canzone

     
 
 
 

Ads by Google

© Alberto Maurizio Truffi Gennaio 2008 - Musica & Memoria / Testo originale di Donovan (Philip Leitch) riprodotto per soli scopi di ricerca e critica musicale (vedi Disclaimer) / Copia per usi commerciali non consentita e disciplinata da licenza Creative Commons

CONTATTO

HOME