Cowboy Junkies - Where Are You Tonight?

HOME

MENU

   

There's a young man in the corner playing 'Crazy' all night long
Quarters piled high upon the table
And he orders Wild Turkey and with a quick wit and a smile
he says, 'My darling, you're the one I'll drape in sable'
 

C'è un ragazzo nell'angolo che sta suonando "Crazy" per tutta la notte
i bicchieri vuoti si impilano sul tavolo
ha ordinato un Wild Turkey e con una rapida battuta e un sorriso (1)
dice: "Mia cara, sei tu quella che adornerò di zibellino"

But his baseball cap and this bar-room rap
tell me a different story
that this is not my prince to grant all my wishes
Just another lonely country-boy grown weary of the night
Just another boy with a sink full of dirty dishes

Ma il suo berretto da baseball e questo bar (2)
raccontano un'altra storia: questo non è il mio principe che soddisferà tutti i miei desideri
Soltanto un altro ragazzo di fuori città solo che si è stancato della notte / Soltanto un altro ragazzo con il lavello pieno di piatti sporchi

Where are you tonight?
When I left you in my dreams last night
you promised me that we would be breaking free
Where are you tonight?

Dove sei stanotte?
Quando ti ho lasciato nei miei sogni la notte scorsa
mi avevi promesso che (un giorno) saremmo stati liberi
Dove sei stanotte?

He tells me of the back roads
and how we'll drive them all night long
how the days will fade and the moon will hang forever
and how the cloud of dust we'll kick up will linger like a song
and the myth will grow about the two who refused to surrender

Mi racconta delle strade secondarie (3)
e di come noi guideremo su di esse per tutta la notte
di come i giorni svaniranno (lentamente) e di come la Luna rimarrà in cielo per sempre
e di come la nuvola di polvere che abbiamo sollevato con un calcio rimarrà sospesa in aria come una canzone
e di come crescerà il mito di due persone che hanno rifiutato di arrendersi

Then I catch us in the bar-room mirror
with his arm around my shoulder
this girl I see has grown so unfamiliar
and as she stands to leave with a stranger by her side
she can't help but laugh at a life grown so peculiar

E poi vedo noi due nello specchio del bar
con il suo braccio sulle mie spalle
questa ragazza che, crescendo, mi è diventata così poco familiare (soprattutto ora),
che è pronta a lasciare (tutto) con un forestiero al suo fianco
e non può fare a meno di ridere di una vita diventata così speciale

Where are you tonight?
I don't think I can face tomorrow's light
not knowing if you'll be there to guide me
Where are you tonight?

Dove sei stasera?
Non penso che potrò affrontare la luce del giorno domani
se non so che tu sarai lì (con me) per guidarmi
Dove sei stasera?

Where are you tonight?
I think that I'll make it through all right,
but I'd love to have you just one more time beside me

Dove sei stasera?
Io penso di potercela fare al meglio
ma mi piacerebbe averti almeno una volta ancora al mio fianco

   

 

Note

   

 

Una bella canzone da Caution Horses, del 1990, uno degli album migliori dei canadesi Cowboy Junkies, specialisti in ballate soft e suoni acustici tra il blues, il country e il folk. Una selezione difficile in un lavoro tutto ad alto livello. Dei Cowboy Junkies è disponibile anche la traduzione di Misguided Angel.

(1)

Wild Turkey è una nota marca di bourbon americano.

(2)

Non sappiamo cosa intenda per "bar-room rap" ma il senso della strofa è comunque chiaro. Contributi graditi come sempre.

(3)

Impossibile non pensare a Bruce Springsteen e ai personaggi delle sue canzoni, Backstreet e Thunder Road, in particolare, nei quali il protagonista si comportava proprio come il ragazzo che Michael Timmins immagina in questa canzone e che Margo descrive cantando. Possiamo anche immaginare che il ragazzo del bar sia proprio Bruce che, per qualche caso della vita, non ha incontrato Little Stevens e Clarence Clemons ed è rimasto un ragazzo sognatore del New Jersey, ora per qualche caso della vita a New York.

 

Nella immagine Margo Timmins in un videoclip da Caution Horses

   

Ads by Google

© Musica & Memoria - Maggio 2012 / Traduzione Alberto Maurizio Truffi / Testo originale di Margo e Michael Timmins riprodotto per soli scopi di ricerca e critica musicale (Vedi Avvertenze) / Copia per usi commerciali non consentita.

DISCLAIMER

HOME