Gli album più venduti negli anni '60 in USA

MERCATO

ANNI'60

HOME

 

 

La musica proposta e pubblicata negli anni '60 ha influenzato e continua ad influenzare il mondo e i gusti musicali, più di qualsiasi altro decennio precedente o successivo. E' quindi interessante approfondire come fosse percepita ed apprezzata all'epoca quella stessa produzione musicale, e quegli album capolavoro che, ristampati più volte, continuano ad essere presenti nelle personali discoteche degli appassionati di musica, anche i più giovani, nati molto anni dopo quel cruciale decennio.

Dati di vendita attendibili e confrontabili però non ne esistono molti, esistono e sono note le classifiche di vendita, le top-10 o le hit-parade, disponibili anche in Internet in parecchi siti (ad esempio il ben noto HitparadeItalia), ma sono basati su dati relativi (posizioni di classifica, e non numeri di venduto in assoluto) o addirittura su sondaggi (è il caso della famosa trasmissione radiofonica Hit Parade). Soprattutto, sono orientate ai singoli, e non all'album, il formato "inventato" negli anni '60 e poi divenuto dominante (almeno fino all'avvento della musica su Internet). Peraltro anche nel Regno Unito e in USA le classifiche venivano redatte in base a una rivelazione a campione (su un certo numero di negozi) con gli stessi problemi di attendibilità.

L'associazione discografica americana, la ben nota RIAA, ha iniziato però sin dalla fine degli anni '50 ad attribuire premi agli album oltre un certo numero di copie vendute (disco di platino per gli album: un milione di copie). Mettendo in fila i dischi di platino del decennio la Amber Books Ltd ha potuto quindi pubblicare alcuni anni fa (nel 2004) una attendibile classifica. Per il solo mercato USA, perché la equivalente associazione in Gran Bretagna (l'altro grande mercato dominante nel decennio) ha iniziato sistematicamente ad attribuire il premio solo dal 1969. Il mercato americano ha però dimensioni tali da consentire una estrapolazione non del tutto arbitraria a tutto il mercato mondiale. Anche se ovviamente rimangono specificità locali.

Per mettere in ordine di classifica i dischi con lo stesso dato di vendita è possibile considerare la data di pubblicazione, a data anteriore corrisponde maggiore presenza sul mercato e quindi dato di vendita presumibilmente superiore, per il solo fattore tempo. E' quindi considerato superiore il successo del disco più recente.

 

 

La classifica

 

Ed ecco quindi la classifica commentata dei primi 25 album di rock, beat, folk, pop (metteremmo anche il jazz, ma ovviamente non ce ne sono) del decennio '60.

 

#

Album

Interprete/i

Anno, mese

Dischi platino

Label

Note

1

White Album

Beatles

1968, novembre

19

Apple

 

2

Led Zeppelin II

Led Zeppelin

1969, ottobre

12

Atlantic

La maggior parte delle vendite si riferiscono agli anni '70. Era il secondo album con "Whole Lotta Love", "Heartbreker" e "Moby Dick"

3

Abbey Road

Beatles

1969, ottobre

12

Apple

Stessa osservazione anche per il capolavoro dei Beatles

4

Sgt. Pepper

Beatles

1967, giugno

11

Capitol (Parlophone)

 

5

Led Zeppelin

Led Zeppelin

1969, gennaio

10

Atlantic

Il debutto degli Zeppelin, il disco con "Communication Breakdown"

6

Magical Mystery Tour

Beatles

1967, dicembre

6

Capitol (Parlophone)

 

7

Rubber Soul

Beatles

1965, dicembre

6

Capitol (Parlophone)

 

8

More Of The Monkees

Monkees

1967, aprile

5

Colgems (RCA Victor)

I Monkees hanno venduto bene anche in Europa, alcuni singoli ma sono stati comunque un fenomeno prevalentemente americano, a differenza degli album precedenti, questo album (il loro secondo) e gli altri del gruppo si prestano a considerazioni meno universali.

9

The Monkees

Monkees

1967, gennaio

5

Colgems (RCA Victor)

Questo invece era il primo album del gruppo di "I'm A Believer" e "The Last Train To Clarksville", risposta dell'industria discografica USA allo strapotere Beatles

10

Revolver

Beatles

1968, agosto

5

Capitol (Parlophone)

 

11

Meet The Beatles!

Beatles

1964, gennaio

5

Capitol (Parlophone)

Quando i Beatles pubblicavano ancora antologie dei loro singoli di successo con qualche integrazione. Questa partiva proprio con i loro classici  "I Want To Hold Your Hand" e "I Saw Her Standing There"

12

Crosby, Stills & Nash

Crosby, Stills & Nash

1969, giugno

4

Atlantic

La base per l'enorme successo dei CSN&Y, anche in questo caso siamo però proiettati nel decennio successivo

13

Blood, Sweet & Tears

Blood, Sweet & Tears

1969, agosto

4

Columbia (CBS)

Il primo album dei BS&T, quello con la classica Spinning Wheel, rock ai confini del jazz grazie alla introduzione massiccia dei fiati

14

In-A-Gadda_Da-Vida

Iron Butterfly

1968, luglio

4

Atco (Atlantic)

Prototipo sia per l'incombente heavy metal sia per il futuro progressive, la lunga suite omonima presenta tutti gli schemi che saranno poi ripresi in varie forme da molti altri gruppi. Gli Iron Butterfly rimarranno però confinati a questo classico album,

15

Are You Experienced?

Jimi Hendrix Experience

1967, maggio

4

Reprise (Track)

In pratica il debutto in USA del chitarrista più influente nella storia del rock. E' l'album che si apre con "Foxy Lady"

16

A Hard Day's Night

Beatles

1964, luglio

4

Capitol (Parlophone)

Si tratta della colonna sonora dell'omonimo film di Richard Lester, protagonisti i quattro di Liverpool nella parte di se stessi, e in tipiche situazioni di humour e nonsense molto british. La scaletta è diversa in USA e UK ma comprendeva comunque molti successi del periodo della "beatlesmania".

17

Moondance

Van Morrison

1969, dicembre

3

Warner

Un successo proiettato solo negli anni '70, comunque un capolavoro arrivato evidentemente anche al grande pubblico

18

Green River

Creedence Clearwater Revival

1969, dicembre

3

Fantasy (Liberty)

Eccoli i portabandiera del più puro stile rock-blues USA, i CCR di John Fogerty e compagni, molto popolari anche in Europa. Sulla collocazione temporale nei '60 vale quanto detto sopra.

19

Johnny Cash At San Quentin

Johnny Cash

1969, agosto

3

Columbia (CBS)

Qui siamo in territorio "US only" con il numero uno del genere country. E' un album famoso, registrato dal vivo in un penitenziario della California, e contiene la celebre e coraggiosa "A Boy Named Sue"

20

Johnny Cash At Folsom Prison

Johnny Cash

1968, gennaio

3

Columbia (CBS)

Si trattava però del secondo episodio dello stesso genere, preceduto da quest'alra registraziione di un concerto più tradizionale, che si concludeva con il classico "Green Green Grass Of Home" (che a un carcerato doveva fare un certo effetto) e con uno spiritual.

21

Parsley, Sage, Rosemary & Thyme

Simon & Garfunkel

1966, ottobre

3

Columbia (CBS)

Il più grande successo in USA del più celebre duo della musica pop-folk è stato quest'album del 1966 che iniziava, ovviamente, con Scarborough Fair e presentava altri evergreen come Homeward Bound o Feelin' Groovy. ...

22

Sounds Of Silence

Simon & Garfunkel

1966, marzo

3

Columbia (CBS)

... e seguiva l'album precedente di pochi mesi, dove erano inclusi la intramontabile "The Sound Of Silence" e altri classici come "I Am A Rock" e "Kathy's Song"

23

Help!

Beatles

1965, luglio

3

Capitol (Parlophone)

Tutti gli album dei Beatles hanno raggiunto il disco di platino e anche il classico Help! non fa eccezione. La classifica comprende anche una antologia per il solo mercato USA (Beatles '65) accreditata anch'essa di 3 dischi di platino.

24

Blue Hawaii

Elvis Presley

1961, dicembre

3

RCA

Qui ritorniamo decisamente agli anni '50 con la colonna sonora, molto disimpegnata, di uno dei numerosi film di puro intrattenimento dell'ex sovvertitore e iniziatore del rock. La classifica riporta anche la colonna sonora di West Side Story, che abbiamo saltato.

25

Let It Bleed

Rolling Stones

1969, dicembre

2

London (Decca)

Niente più che un doppio disco di platino in USA, proprio al limitare del decennio, per i rivali in Europa dei Beatles. E' il loro super classico con "Gimme Shelter", "You Can't Always Get What You Want" (celebrata ne Il grande freddo) e il blues acustico "Love In Vain" preso pari pari dal loro maestro Robert Johnson.

 

Altri album significativi degli anni '60 presenti nei primi 100

 

#

Album

Interprete/i

Anno, mese

Dischi platino

Label

Note

40

The Doors

Doors

1967, marzo

2

Apple

Molte posizioni dopo, ma comunque sempre con due dischi di platino, anche per il classico dei Doors, quello che inizia con "Beak On Through" e termina con "The End"

41

Blonde On Blonde

Bob Dylan

1966, maggio

2

Columbia (CBS)

In classifica nello stesso ordine di grandezza di vendita anche il controverso (ma splendido) album di Dylan, quello della "svolta elettrica", quello che inizia con la polemica "Rainy Day Woman" (ispirazione per la nostrana Pietre di Gian Pieretti) e finisce con la pura poesia di "Sad Eyed Lady Of The Lowlands".

45

Peter, Paul & Mary

Peter, Paul & Mary

1964, aprile

2

Warner

Il folk educato che così poco piaceva a Bluto (il protagonista di Animal House) ha avuto un grande successo di vendite in USA.

50

Nashville Skyline

Bob Dylan

1969, maggio

1

Columbia (CBS)

Bob Dylan in classifica anche con il suo album che si avvicinava al country, ma con capolavori indiscussi come "Girl From The North Country", che apriva il disco, contenente peraltro perle come "Lay Lady Lay".

54

Beggars Banquet

Rolling Stones

1968, dicembre

1

London (Decca)

Il disco che iniziava con il classico e beffardo manifesto della "poetica" Stones, Sympathy For The Devil, buon successo anche in USA (ma nessun singolo n.1 in classifica)

55

Electric Ladyland

Jimi Hendrix

1968, dicembre

1

Reprise (Track)

Terzo album del chitarrista blues rock e affermazione ormai acquisita anche in USA.

57

Waiting For The Sun

Doors

1968, settembre

1

Elektra

Disco di platino anche per l'album che iniziava con "Hello, I Love You"

60

John Wesley Harding

Bob Dylan

1968, febbraio

1

Columbia (CBS)

Il periodo elettrico ha portato a Dylan buoni risultati di vendita negli USA

61

Axis: Bold As Love

Jimi Hendrix

1967, ottobre

1

Reprise (Track)

 

62

Strange Days

Doors

1967, dicembre

1

Elektra

Album forse più noto in Europa, conferma il buon successo in USA anche del gruppo di Jim Morrison.

64

Days Of Future Passed

Moody Blues

1967, novembre

1

Deram

Il prototipo del concept album ha raggiunto anch'esso il disco di platino in USA. Contiene la celebre Nights In White Satin.

65

Disraeli Gears

Cream

1967, novembre

1

Atco (Reaction)

Il classico dei Cream di Claton e compagni, quello che parte con Strange Brew.

68

Strangers In The Night

Frank Sinatra

1966, maggio

1

Reprise

Non bisogna pensare che la "musica di papà" vendesse di più nei conservatori USA dei primi anni '60, solo un milione di copie per il superclassico del crooner n.1

69

Pet Sounds

Beach Boys

1966, maggio

1

Capitol

Eccoli in classica anche gli sperimentatori ex spensierati surfer di Brian Wilson con il loro pluri riscoperto capolavoro di creatività. In classifica anche la loro antologia di puro surf "Little Deuce Coupe" al n. 77

71

Aftermath

Rolling Stones

1966, aprile

1

London (Decca)

Altro disco di platino per questo classico degli Stones. Ma i rivali Beatles ne hanno 13 in classifica e solo i primi 5 hanno venduto complessivamente 54 milioni di copie.

74

Highway 61 Revisited

Bob Dylan

1965, settembre

1

Columbia (CBS)

Eccolo il disco del Dylan del primo periodo, puro folk o quasi, più in alto in classifica. E c'è anche Bringing It Back Home al n. 75 e The Freewheelin' al n. 76

83

TCB

Diana Ross; Tempations

1969, giugno

0,5

Motown

E il rhythm & blues, niente? Le etichette Motown e Stax non praticavano in modo convinto il formato album, quindi in classifica, ma non al disco di platino, ecco la colonna sonora di uno special televisivo con Diana Ross & The Supremes e i Temptations. Niente per Marvin Gaye, James Brown, Aretha Franklin, Otis Redding e soci.

86

Ode To Bille Joe

Bobbie Gentry

1967, giugno

0,5

Capitol

Una sola canzone per la bella cantante del Sud degli Stati Uniti, ma sufficiente per entrare anche nei primi 100 album venduti nel decennio.

88

If You Can Believe Your Eyes And Ears

Mamas and Papas

1966, giugno

0,5

Dunhill (RCA)

E la "summer of love" californiana? Almeno i Mamas and Papas ci sono, con l'album che contiene California Dreamin' e Monday, Monday (n.1 tra i singoli).

 

Cosa manca?

 

Tirando le somme, cosa manca dei grandi classici degli anni '60 in questa classifica? A parte il R&B, come già si è detto. Quali sono i dischi che non sono arrivati al grande pubblico (almeno nord-americano) ma che hanno fatto invece la storia del rock? Non pochi, tra gli album usciti negli anni '60 e quindi potenzialmente in grado di entrare in classifica. Ad esempio:

Jefferson Airplane: Surrealistic Pillow (1967), After Bathing At Baxter's ('67), Crown Of Creation ('69)
Buffalo Springfield: Buffalo Springfield (1967), Again (1967)
Byrds: Mr. Tambourine Man (1965) Turn! Turn! Turn! (1965), Fifth Dimension (1966), Younger Than Yesterday (1967)
Colosseum: Valentyne Suite (1969)
Pink Floyd: The Piper At The Gates Of Dawn (1967), A Saucerful Of Secrets (1968), Ummagumma (1969)
King Crimson: In the Court of the Crimson King (1969)

In compenso ci sono ben cinque album dei Monkees, gruppo non memorabile (a parte la polemica sul playback ampiamente adottato o imposto ai quattro), quattro del cantante country Glen Campbell (ma si capisce) e diverse colonne sonore, tra cui quella de Il laureato (The Graduate) e anche una italiana, di Romeo e Giulietta di Franco Zeffirelli, scritta da Nino Rota.
Dominatori assoluti in ogni caso i Beatles con 13 album in classifica e oltre 60 milioni di copie vendute solo in USA nel decennio.

 

Ads by Google

© Alberto Maurizio Truffi per  Musica & Memoria / Giugno 2008 / La Top-100 è stata pubblicata anche in Italia, edizioni White Star, a cura di Gene Sculatti. Nella edizione italiana è presente anche una breve sezione con una Top-5(+1) italiana anni '60.

Contatto

HOME