Talking Heads  - This Must Be The Place (1983)

HOME

MENU

   

Home is where I want to be
Pick me up and turn me round
I feel numb - burn with a weak heart
(so I) guess I must be having fun
The less we say about it the better
Make it up as we go along
Feet on the ground
Head in the sky
It's ok I know nothing's wrong ... nothing

La casa è dove voglio essere (1)
Portami lì e fammi andare in giro
Mi sento stordito - la testa brucia, il cuore è debole
(così) immagino che dovrei divertirmi
Meno ne sappiamo e meglio è (2)
Tiriamoci su e andiamo avanti
I piedi sulla terra (3)
La testa per aria
E' tutto ok, lo so che non c'è niente di sbagliato ... niente

Hi yo I got plenty of time
Hi yo you got light in your eyes
And you're standing here beside me
I love the passing of time
Never for money
Always for love
Cover up + say goodnight ... say goodnight

Ho avuto una gran quantità di tempo (4)
Ho colto la luce nei tuoi occhi
E tu stai qui accanto a me
Adoro il trascorrere del tempo
Mai per i soldi (5)
Sempre per l'amore
Chiudiamo qui e buonanotte ... buonanotte

Home - is where I want to be
But I guess I'm already there
I come home - she lifted up her wings
Guess that this must be the place
I can't tell one from another
Did I find you, or you find me?
There was a time before we were born
If someone asks, this where I'll be ...
where I'll be

La casa è dove voglio essere
Ma credo di esserci già
Vengo a casa - lei ha spiegato le sue ali
Immagino che questo deve essere il posto (6)
Non saprei dire l'uno o l'altro
Sono io che ho trovato te, o tu hai trovato me? (7)
Ci fu un tempo prima che nascessimo (8)
Se qualcuno lo chiede, questo (è  il posto) dove starò ...
dove starò

Hi yo we drift in and out
Hi yo sing into my mouth
Out of all those kinds of people
You got a face with a view
I'm just an animal looking for a home
Share the same space for a minute or two
And you love me till my heart stops
Love me till I'm dead
Eyes that light up, eyes look through you
Cover up the blank spots
Hit me on the head ah ooh

Andiamo su e giù dentro e fuori (9)
Come un canto sulla bocca
A differenza di tutti quei generi di persone
Tu hai un viso che dice qualcosa (di diverso) (10)
Sono solo un animale in cerca di una casa
(Che vuole) condividere lo stesso spazio per un minuto o due
E tu mi ami fino a che il mio cuore si fermerà
Amami fino a quando non ci sarò più
Occhi che illuminano, occhi che guardano attraverso di te (11)
Comprendi (anche) i miei punti oscuri (12)
Colpiscimi pure (13)

   

 

Ads by Google

Note

   
 

Una canzone d'amore dei Talking Heads, l'unica su questo tema scritta da David Byrne, diceva lui. Anche se probabilmente non è vero, è una delle poche così dirette, e difatti aggiunge il sottotitolo "naive melody", ovvero "melodia ingenua". Amore che si realizza e si concretizza in un posto nel quale stare insieme. Contenuta nell'album Speaking In Tongues del 1983. Nota anche per una efficace cover recente degli Arcade Fire, oltre che per aver dato il titolo e il filo conduttore al film omonimo di Paolo Sorrentino con Sean Penn. Nelle immagini riprodotte in basso i Talking Heads con David Byrne come front-man interpretano questo brano in un concerto del 1984. (Autori: Byrne, Frantz, Harrison, Weymouth)

(1)

In italiano abbiamo una sola parola per definire la casa come edificio e come "nido", in inglese invece la prima è "house" e nel secondo significato è "home". Poiché indica il luogo dove abitare ma anche costruire il rapporto di coppia descritto nel resto della canzone, potrebbe essere tradotto "la nostra casa" anche se in questo modo dichiarerebbe da subito il significato dei versi successivi.

(2)

Si riferisce alla vita, che è meglio vivere senza cercare di prevedere il futuro, improvvisando momento per momento, come ribadisce il verso successivo.

(3)

Più che la concretezza della espressione italiana "piedi per terra" questi due versi fanno riferimento alle contraddizioni della vita, la testa piena di sogni, e il peso della realtà, la zavorra dei doveri e dei vincoli che ci bloccano a terra.

(4)

Per una lunga parte della vita si ha la sensazione di aver sempre abbastanza tempo per tutto, e che si può aspettare indefinitamente. Poi, come dice il verso successivo, si coglie un lampo negli occhi di un'altra persona e cambia tutto, la vita che sinora si trascinava pigramente ha una improvvisa accelerazione.

(5)

Può darsi che i tre versi abbiano un senso ironico, come sembra a noi, oppure che indichino proprio, più banalmente, la scala d'importanza tra amore e denaro. Attendiamo suggerimenti.

(6)

Questo deve essere il luogo dove stare insieme per sempre. Non un luogo fisico necessariamente, uno spazio comune da condividere.

(7)

Nella vera intesa e nel vero amore non ci si ricorda neanche chi ha conquistato chi. E' successo semplicemente e in un attimo eravamo una coppia, con soltanto un prima e un dopo.

(8)

Un verso che rimane appeso, non concluso, lasciato probabilmente alla immaginazione dell'ascoltatore. Può darsi che "prima che nascessimo" fossimo già predestinati ad incontrarci. Oppure che la nascita compiuta arriva ora che ci completiamo a vicenda.

(9)

Facciamo l'amore, ci baciamo intensamente (il verso successivo).

(10)

Tu sei unica, come dice qualsiasi innamorato all'amata. Qui e in alcuni versi successivi Byrne riprende volutamente gli stereotipi del linguaggio amoroso.

(11)

Una persona con cui stiamo insieme e c'è una intesa è una persona che sa vedere attraverso di noi.

(12)

"Copre" nel senso di gestire, comprendere, anche nascondere le imperfezioni del protagonista.

(13)

Nel senso che sono pronto anche a farmi male in questa avventura.

   
   

Ads by Google

Musica & Memoria Giugno 2012 / Traduzione Alberto Maurizio Truffi

DISCLAIMER

HOME

Riproduzione del testo degli autori citati per soli scopi di ricerca e critica musicale (vedi Disclaimer) / Copia per usi commerciali non consentita