Iggy Pop and The Stooges - The Passenger

MENU

HOME

   

I am the passenger
And I ride and I ride
I ride through the citys backside
I see the stars come out of the sky
Yeah, they're bright in a hollow sky
You know it looks so good tonight

Io sono il passeggero (1)
e giro e giro (2)
viaggio attraverso i bassifondi delle città
vedo le stelle spuntare nel cielo
sono lucenti in (quel) cielo vuoto
puoi vederlo che (tutto) sembra così bello stanotte

I am the passenger
I stay under glass
I look through my window so bright
I see the stars come out tonight
I see the bright and hollow sky
Over the city's ripped backsides
And everything looks good tonight
Singin la la la la la-la-la la
La la la la la-la-la la
La la la la la-la-la la la-la

Io sono il passeggero
io sto dietro al vetro (3)
guardo attraverso il mio finestrino luccicante (4)
vedo le stelle che spuntano stanotte
vedo il cielo splendente e vuoto
sopra ai bassifondi lacerati della città
e tutto sembra così bello stanotte
cantando la la la...

Get into the car
We'll be the passenger
We'll ride through the city tonight
We'll see the city's ripped backsides
We'll see the bright and hollow sky
We'll see the stars that shine so bright
Stars made for us tonight

Sali in macchina
noi (faremo come) il passeggero (5)
noi gireremo per (tutta) la città stanotte
noi vedremo i bassifondi lacerati della città
noi vedremo il cielo splendente e vuoto
noi vedremo le stelle che brillano così splendenti
stelle fatte (apposta) per noi stanotte. (6)

Oh, the passenger
How, how he rides
Oh, the passenger
He rides and he rides
He looks through his window
What does he see?
He sees the sign and hollow sky
He sees the stars come out tonight
He sees the city's ripped backsides
He sees the winding ocean drive
And everything was made for you and me
All of it was made for you and me
'Cause it just belongs to you and me
So let's take a ride and see what's mine
Singin la la la la la-la-la la
La la la la la-la-la la
La la la la la-la-la la la-la

Oh il passeggero
come, come gira
oh il passeggero
lui gira e gira
guarda attraverso il suo finestrino
che cosa vede?
Vede il cielo segnato e vuoto
vede le stelle spuntare nel cielo
vede i bassifondi lacerati della città
vede la strada piena di curve sull'oceano (7)
e tutto (sembra) fatto per te e per me stanotte
tutto questo è stato fatto per te e me
perché appartiene solo a te e me
allora partiamo e vediamo cosa è mio
cantando la la la...
 

Oh the passenger
He rides and he rides
He sees things from under glass
He looks through his window side
He sees the things that he knows are his
He sees the bright and hollow sky
He sees the city sleep at night
He sees the stars are out tonight
And all of it is yours and mine
And all of it is yours and mine
So let's ride and ride and ride and ride
Singin la la la la la-la-la la
La la la la la-la-la la
La la la la la-la-la la la-la

Oh il passeggero
lui gira e gira
vede cose da dietro il vetro
guarda attraverso la sua finestra
vede le cose che sa che sono sue
vede il cielo splendente e vuoto
vede la città addormentata nella notte
vede che le stelle sono spuntate stanotte
e tutto questo è tuo e mio
e tutto questo è tuo e mio
allora partiamo e andiamo e andiamo
cantando la la la...

   
 

Note

   

(1)

"The passenger", un passeggero, una persona che viene trasportata da un conducente. Possiamo immaginarlo in una macchina guidata non si sa da chi, forse un tassista, forse un autista, mentre gira senza fine per le strade di notte, in una città probabilmente sconosciuta, oppure è lui stesso a guidare ma sta girando senza meta, è come se la macchina andasse da sola e scegliesse lei la strada. Questo è il senso più probabile di questa classica ed epica canzone di Iggy Pop, pubblicata per la prima volta nell'album Lust For Life del 1977.
Secondo molte fonti la città sconosciuta dovrebbe essere Berlino, dove Iggy Pop, assieme all'amico David Bowie, passò un lungo periodo di impegni professionali e concerti in quell'anno decisivo per la musica, l'anno della transizione dal progressive e dal glam rock al punk. Anche se a un certo punto (7) parla di una strada tutta curve sull'oceano, che a Berlino proprio non c'è. Diciamo che è una città universale, la città straniera.

(2)

"Ride" è un termine difficilmente traducibile in italiano. Il significato giusto sarebbe "cavalcare", ma in italiano è associato strettamente al cavallo, mentre in inglese può indicare qualsiasi corsa sopra qualsiasi mezzo. Se il protagonista sta percorrendo in macchina le strade della città la traduzione corretta è "girare", anche se certo non ha lo stesso respiro epico.

(3)

Il vetro è ovviamente il finestrino della macchina.

(4)

E' luccicante, luminoso se visto da fuori, la luce interna nella macchina è accesa? Il passeggero vuol farsi vedere?

(5)

Dovrebbe essere "we'll be the passengers" se il significato fosse il più immediato "noi saremo i passeggeri", invece  proprio al singolare. Perchè tutti e due, il protagonista e il suo nuovo ospite, si comporteranno su quella macchina speciale ancora come un passeggero solitario.

(6)

Da qui in poi sembra che il passeggero sia anche alla ricerca di compagnia nella notte, in questa città straniera. Trattandosi di una canzone di Iggy Pop (vedere il film Velvet Goldmine) le interpretazioni su questo punto si sono scatenate. Ma ognuno può vederci, come sempre, ciò che vuole. Anche la interpretazione dello stesso Iggy Pop (magari a posteriori) di un significato universale, ognuno è destinato ad essere un passeggero, portato in giro con il naso schiacciato sul finestrino, a vedere cose a volte comprensibili e a volte no, senza conoscere la direzione. Come quando veniamo accompagnati da una parte all'altra in una città straniera.

 

Per ascoltare questa canzone

 
 

Ads By Google

 

© Traduzione Alberto Maurizio Truffi - Musica & Memoria - Settembre 2008 / Copia per usi commerciali non consentita / Testo originale di Iggy Pop (James Newell Osterberg Jr.) riprodotto per soli scopi di ricerca e critica musicale (Vedi Avvertenze)

CONTATTO

HOME