Pete Seeger - Guantanamera (José Martí)

HOME

MENU

 

1. Yo soy un hombre sincero,
de donde crece la palma
Yo soy un hombre sincero,
de donde crece la palma
Y antes de morir me quiero,
echar mis versos de alma

Io sono un uomo sincero,
di dove cresce la palma,
Io sono un uomo sincero,
di dove cresce la palma,
e, prima di morire, voglio 
far uscire i miei versi dall'anima

Guantanamera, guajira guantanamera
Guantaname--ra, guajira guantaname--ra

Guantanamera, ragazza di Guantanamo
Guantanamera, ragazza di Guantanamo

2. Mi verso es de un verde claro
y de un carmin encendido.
Mi verso es de un verde claro
y de un carmin encendido.
Mi verso es un ciervo herido
que busca en el monte amparo.

Il mio verso è di un verde chiaro
ed è (anche) di un carminio acceso
Il mio verso è di un verde chiaro
ed è (anche) di un carminio acceso
il mio verso è un cervo ferito
che nel bosco cerca riparo.

Guantanamera, guajira guantanamera
Guantaname--ra, guajira guantaname--ra

Guantanamera, ragazza di Guantanamo
Guantanamera, ragazza di Guantanamo

3. Cultivo una rosa blanca,
En Julio como en Enero,
Para el amigo sincero,
Que me da su mano franca.

Coltivo una rosa bianca,
a luglio come a gennaio,
per l'amico sincero,
che mi dà la sua mano leale.

Guantanamera, guajira guantanamera
Guantanamera, guajira guantanamera

Guantanamera, ragazza di Guantanamo
Guantanamera, ragazza di Guantanamo

4. Y para el cruel que me arranca, El corazón con que vivo,
Cardo ni urtiga cultivo:
Cultivo la rosa blanca.

E per (l'uomo) crudele che mi strappa
il cuore con cui vivo,
né cardo né ortica coltivo:
coltivo la rosa bianca.

Guantanamera, guajira guantanamera
Guantaname--ra, guajira guantaname--ra

Guantanamera, ragazza di Guantanamo
Guantanamera, ragazza di Guantanamo

5. Con los pobres de la tierra
quiero yo mi suerte echar
Con los pobres de la tierra
quiero yo mi suerte echar
El arroyo de la sierra
me complace mas que el mar
El arroyo de la sierra
me complace mas que el mar.

Ai poveri della terra,
voglio unire il mio destino
Ai poveri della terra,
voglio unire il mio destino
il ruscello del monte,
mi piace più del mare,
il ruscello del monte,
mi piace più del mare.

Guantanamera, guajira guantanamera
Guantaname--ra, guajira guantaname--ra

Guantanamera, ragazza di Guantanamo
Guantanamera, ragazza di Guantanamo

(Josè Marti / Julián Orbón)

 

 

La prima esecuzione pubblica di Pete Seeger con i Weavers, che ha reso celebre in tutto il mondo questa poesia in forma di canzone, è stata alla Carnegie Hall di New York in ottobre del 1963. Nella esecuzione di Pete Seeger venivano usate solo le strofe 1 / 2 / 5. I versi originali sono del poeta, letterato, uomo politico e rivoluzionario cubano Josè Martì, selezionati e organizzati in forma di canzone dal compositore Julián Orbón autore anche del primo accompagnamento musicale, poi rielaborato dal cantante e compositore Joseito Fernandez, cui si devono le prime esecuzioni alla radio cubana nel 1948. Con probabili ulteriori rielaborazioni del compositore Héctor Angulo nel 1950 è arrivata infine all'infaticabile scopritore di musica popolare Pete Seeger (Vedi anche: Monografia Pete Seeger). Per altre informazioni approfondite sulla canzone vedi anche il sito "Canzoni contro la guerra".

 

Musica & Memoria 2003 -2015 (traduzione) / Testo originale di José Martí riprodotto per soli scopi di ricerca e critica musicale (vedi Disclaimer) / Copia per usi commerciali non consentita

DISCLAIMER

HOME
ENGLISH