Camaleonti - Un uomo qualunque (Melancholy Man)

HOME

MENU

 

Sono un uomo come lui, fatto come lui,
e per questo, adesso, non capisco come mai,
una donna come te, abbia scelto lui, che non potrà darti,
quel che io ti darei, tanto amore,
quanto amore non lo sai.

Son pronto a fare quel che vuoi,
se solo tu, lo chiederai, per niente al mondo ti deluderei,

Se vuoi me stesso, morirò, se vuoi la Luna partirò,
e con la Luna in mano tornerò,

Nessuno mai mi fermerà, ti porterò la libertà,
la libertà d'amare solo me
Ti sembra ingiusto,
si, lo so, ma finché vivo lotterò,
ed a quell’altro mai ti lascerò.

Se vuoi me stesso, morirò, se vuoi la Luna partirò,
e con la Luna in mano tornerò,

Sono un uomo come lui, fatto come lui,
e per questo, adesso, non capisco come mai,
una donna come te, abbia scelto lui,
che non potrà darti, quel che io ti darei,
tanto amore, quanto amore non lo sai.

 

 

(Testo italiano di Bruno Lauzi)

 

Note

 

Una delle canzoni chiave di A Question Of Balance, del 1970, sesto album dei Moody Blues già famosi e seguiti, tra i primi gruppi del nascente progressive rock. Era la penultima canzone in scaletta, scritta da Mike Pinder, il tastierista del gruppo e innovatore del suono, quello che aveva introdotto l'uso del mellotron, uno strumento elettronico - magnetico che poteva riprodurre anche in concerto l'effetto di una sezione d'archi.
Nessun tentativo, neanche da un autore come Bruno Lauzi, di tradurre il testo malinconico (ovviamente) ma niente affatto difficile dell'originale. La canzone diventa la solita storia dell'uomo italiano abbandonato, che non si arrende e promette alla malcapitata ex di assillarla e tormentarla per sempre per punirla dell'affronto di averlo abbandonato per un altro che, secondo lui (ma evidentemente, non secondo lei) è molto peggiore di lui. Già il ritmo lento del brano e la voce piuttosto rassegnata del cantante dei Camaleonti (dovrebbe essere Tonino Cripezzi in questo brano) fa però intuire che, per fortuna della donna, il fiero proposito sarà presto abbandonato. D'altra parte la pensa così anche l'autore, che esprime la sua opinione sul protagonista già dal titolo.

 

Moody Blues - Melancholy Man

 

I'm a melancholy man, that's what I am,
All the world surrounds me,
and my feet are on the ground.
I'm a very lonely man, doing what I can,
All the world astounds me and I think I understand
That we're going to keep growing, wait and see.

When all the stars are falling down
Into the sea and on the ground,
And angry voices carry on the wind,
A beam of light will fill your head
And you'll remember what's been said
By all the good men this world's ever known.
Another man is what you'll see,
Who looks like you and looks like me,
And yet somehow he will not feel the same,
His life caught up in misery,
he doesn't think like you and me,
'Cause he can't see what you and I can see.

When all the stars are falling down
Into the sea and on the ground,
And angry voices carry on the wind,
A beam of light will fill your head
And you'll remember what's been said
By all the good men this world's ever known.
Another man is what you'll see,
Who looks like you and looks like me,
And yet somehow he will not feel the same,
His life caught up in misery,
he doesn't think like you and me,
'Cause he can't see what you and I can see.

I'm a melancholy man, that's what I am,
All the world surrounds me,
and my feet are on the ground.
I'm a very lonely man, doing what I can,
All the world astounds me and I think I understand
That we're going to keep growing, wait and see.

(Michael Pinder)

 

© Musica & Memoria 2011 / Testo originale italiano di Lauzi trascritto e riprodotto per soli scopi di ricerca e critica musicale (vedi Disclaimer) / Copia per usi commerciali non consentita

TRAVELS

NEWS

ENGLISH

HOME